Addio all’uomo più vecchio del mondo: era sopravvissuto all’Olocausto

uomo-più-vecchio-del-mondo-Yisrael-Kristal-morto

Yisrael Kristal, 113 anni, era sopravvissuto alla Shoah dove perse moglie e figli

Yisrael Kristal è morto a 113 anni: israeliano sopravvissuto all’Olocausto, era entrato nel Guinness dei Primati in quanto considerato l’uomo più vecchio del mondo. Deceduto a un mese dal suo 114esimo compleanno, aveva celebrato l’anno scorso il suo bar mitzvah, la festa ebraica del passaggio dall’infanzia all’età adulta che di solito si celebra a 13 anni e un giorno, ma che lui invece ha festeggiato con un secolo di ritardo. Oltre al record per l’età, l’uomo è famoso per essere stato un sopravvissuto di Auschwitz.

Chi era l’uomo più vecchio del mondo

Nato il 15 settembre 1903 a Zarnow, una cittadina polacca, si trasferì a Lodz città in cui si sposò e formò una famiglia. Durante l’occupazione nazista della Seconda Guerra Mondiale, fu deportato nel campo di sterminio di Auschwitz, dal quale uscì vivo ma perse la moglie e i loro due figli.

Yisrael Kristal si risposò e si trasferì con la sua seconda moglie nel 1950 in Israele, ad Haifa, città in cui aprì uan fabbrica di dolciumi, attività che svolgeva anche prima dell’invasione nazista della Polonia. Dell’esperienza traumatica dell’Olocausto e della deportazione nel campo di sterminio di Auschwitz non ne ha mai parlato molto, nonostante potesse scriverci molti libri in proposito. Voleva una vita tranquilla e soprattutto normale, anche se la sua longevità lo ha fatto balzare agli onori della cronaca per essere entrato nel Guinness dei Primati: con 113 anni era l’uomo più vecchio del mondo.

LE EXTENSION MAGNETICHE PER CIGLIA CHE NON HANNO BISOGNO DI COLLA O ADESIVI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*