Addio raffreddore comune, scoperte molecole che bloccano gli strarnuti

Addio raffreddore comune, scoperte molecole che bloccano gli strarnuti

Contro il raffreddore non esiste nessun farmaco capace di bloccare i sintomi più comuni come starnuti e naso che cola. Bisogna solo aspettare e avere pazienza. I ricercatori dell’Imperial College di Londra però hanno scoperto una molecola che combatte il raffreddore.

Perché non esiste una cura per il raffreddore

Il virus del raffreddore non è solo uno ma ne esistono tantissime varianti, ecco perché non esiste un trattamento preventivo e nessuna cura è efficace per la sua scomparsa, tranne i medicinali che alleviano i sintomi. I virus del raffreddore si modificano di continuo perché sono considerati “intelligenti” quindi non è possibile nemmeno sviluppare un vaccino. Un team di ricercatori inglese però ha scoperto una molecola che è efficace contro il raffreddore ma anche contro la poliomielite e l’afta epizootica, malattie considerate “correlate”.

Che cos’è la molecola antiraffreddore

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Nature Chemistry. Gli scienziati ha testato una nuova molecola sviluppata in laboratorio. I virus del raffreddore spostano la N-miristoiltransferasi (NMT), proteina presente nelle cellule umane e costruiscono una corazza proteica (capside), che li protegge. Tutti i ceppi virali per replicarsi hanno bisogno della proteina NMT però se questa agisce contro i virus cambia tutto. La molecola scoperta agisce quindi sulla proteina e blocca la replicazione del virus e la mutazione. Il nome scientifico è IMP-1088, ed è considerata cento volte più potente rispetto alle precedenti molecole.

Ed. Tate, del Dipartimento di Chimica dell’Imperial College ha spiegato: «Il raffreddore comune è una sorta di fastidio per la maggior parte di noi ma può causare gravi complicazioni in persone con condizioni come l’asma e la BPCO. Un farmaco come questo potrebbe essere estremamente utile se somministrato nelle prime fasi dell’infezione e stiamo lavorando per creare una versione che possa essere inalata, in modo che arrivi rapidamente ai polmoni».

Rimedi contro il raffreddore

In passato altri studi hanno cercato di trovare una soluzione contro il raffreddore ma si sono concentrati sui virus e non sulle cellule umane. Inoltre molti farmaci sviluppati in laboratorio sono risultati tossici per gli essere umani. La nuova ricerca ha dimostrato che le cellule umane non sono state influenzate dai diversi ceppi di virus. Dopo gli esperimenti in laboratorio adesso si passerà ai trial clinici per assicurarsi che la molecola sviluppata non comporti effetti collaterali tossici ma ci sono ottime prospettive. Basti pensare che il gruppo è stato coordinato dal Dott. Andy Bell che ha inventato il Viagra quando era un ricercatore alla Pfizer.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*