Aggredita autista bus linea Portogruaro-Motta di Livenza, salva con lo spray al peperoncino

0
autista aggredita Portogruaro sicurezza mezzi pubblici spray peperoncino

Conducente di un bus di linea in provincia di Venezia aggredita e minacciata con un coltello mentre guidava, la donna ha spruzzato subito la sostanza urticante al peperoncino per neutralizzare l’aggressore e portata sotto shock al Pronto Soccorso di Portogruaro, in provincia di Venezia: è polemica per la scarsa sicurezza sui mezzi pubblici e si reclama vetri antisfondamento in ogni corriera e personale addetto al controllo sui pullman nelle tratte a rischio

Tenta di accoltellare autista a Portogruaro, lei spruzza spray al peperoncino e si salva

Ennesima aggressione di un autista in un bus di linea. Stavolta, però, a farne le spese sono state la vittima, una impiegata dell’azienda Dover di Bari, e il suo aggressore, un uomo di 44 anni armato di coltello. I fatti si sono svolti come segue: il 44enne si è improvvisamente avvicinato alla conducente, che in quel momento prestava servizio su una corriera di linea Portogruaro-Motta di Livenza. Dapprima, le minacce, poi, l’assalto vero e proprio. L’uomo avrebbe minacciato l’autista di sventrarla, ma nonostante la grande paura, la donna è riuscita a prendere lo spray al peperoncino e a neutralizzare l’aggressore.

Portogruaro, aggressore autista bus Portogruaro-Motta di Livenza ha precedenti penali

Subito sul posto, le Forze dell’Ordine che hanno fermato l’uomo e portato subito la povera autista al Pronto Soccorso di Portogruaro, in provincia di Venezia. Il personale medico ha riferito che la conducente è arrivata nella struttura ospedaliera in stato di shock, ma non aveva neanche un graffio. Merito della sua prontezza di azione e della sostanza urticante in suo possesso, ma cosa sarebbe successo se la donna, sul pullman di linea Portogruaro-Motta di Livenza, fosse stata disarmata?

Portogruaro, si chiede più sicurezza sui mezzi pubblici linea bus Portogruaro-Motta di Livenza

Subito, la Fit Cisl di Belluno-Treviso ha chiesto a gran voce la separazione dei posti di guida dal resto della corriera con un vetro antisfondamento, per impedire il contatto con l’utenza, e di addetti alla sicurezza su tutti i bus di linea e non. Sicuramente, l’uomo non avrebbe tentato di accoltellare nessuno qualora ci fosse stato del personale addetto ai controlli. Inoltre, si è appreso che il suo aggressore non era nuovo alle Forze dell’Ordine: il 44enne infatti aveva già assunto dei comportamenti strani e violenti e ha dei precedenti penali.

Spray urticante decisivo, autista corriera Portogruaro- Motta di Livenza incolume

L’episodio di ieri sulla linea Portogruaro-Motta di Livenza è stata la classica ciliegina sulla torta, a dimostrazione del fatto che la sicurezza sui mezzi pubblici sta diventando inesistente. La conducente è impiegata in una azienda che svolge varie linee in subaffitto dalla MOM, acronimo di Mobilità di Marca, un’azienda pubblica di Treviso. Ieri è stata aggredita mentre svolgeva il proprio mestiere, ovvero guidare un mezzo pubblico. Per lei, tanta paura, ma se non fosse stata in possesso dello spray al peperoncino, le conseguenze sarebbero state peggiori.