Allergia al nichel, la maggior parte degli italiani ne soffre: quali alimenti evitare?

Alimenti ricchi di nichel, le donne devono evitarli: soffrono più degli uomini

Oggi parliamo di allergie alimentari e ci concentriamo su quella al nichel, un metallo molto diffuso negli alimenti. Circa il 32% della popolazione italiana è allergica al nichel e la nostra nazione ‘vince’ il primato europeo. Ad essere più esposte sono le donne.

Allergie cutanee, nichel sotto accusa

Sono tantissime le persone che non tollerano il nichel. Il metallo si nasconde negli alimenti in diverse concentrazioni e non sempre si riconosce l’allergia. Purtroppo secondo le ultime statistiche in Europa il 20% della popolazione è allergica al nichel, in Italia come abbiamo detto siamo al 32% e sono le donne ad essere le più colpite. Nei bambini e negli adolescenti invece la prevalenza è del 16% ed è importante sapere che anche i neonati possono stabilizzarsi. L’allergia al nichel può svilupparsi a qualsiasi età, anche da adulti, infatti le stime dicono che è frequente nelle persone anziane.

Come riconoscere l’allergia al nichel

L’allergia al nichel spesso viene confusa con le dermatiti perché nella zona che è venuta a contatto con il materiale si forma un eczema, accade di frequente che appaia sul polso dove indossiamo orologi e bracciali ma anche sull’addome dove c’è il contatto tra la pelle e i bottoni dei pantaloni. Sicuramente molte lettrici avranno scoperto di essere allergiche al nichel perché non possono indossare orecchini e collanine, fermagli e anche occhiali da vista e da sole. Per la diagnosi di allergia al nichel si deve fare il Patch test un esame di tipo diagnostico non invasivo che si esegue applicando dei cerotti a base di allergeni. I sintomi non sono immediati, il cerotto deve essere tenuto per almeno 2 giorni prima della valutazione da parte di un esperto del livello di allergia.

Quali sono gli alimenti più ricchi di nichel?

Il nichel è contenuto anche negli alimenti quindi aver eliminato gli accessori non basta. Purtroppo sono tanti gli alimenti che non possono più essere mangiati, tra cui i vegetali. I vegani in lettura devono stare molto attenti, perché devono rivoluzionare la dieta. Il cibo che contiene le maggiori quantità di nichel è il cacao, seguono il tè, il grano saraceno, il cioccolato fondente, arachidi, semi di soia e di girasole, fagioli cannellini, lenticchie, noci e i cereali integrali. Gli alimenti che contengono pochissimo nichel sono le uova, il tacchino, il pesce e il vitello.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*