Allerta Meteo Protezione Civile: rischi per temporali in Lombardia e Nord Italia

allerta meteo protezione civile

Le previsioni del tempo dal 29 al 31 luglio 2017 nel Belpaese

La Protezione Civile con le Regioni coinvolte ha deciso di emettere una nuova allerta meteo: tra il pomeriggio di oggi, 29 luglio 2017, e domani, domenica 30 luglio 2017, le regioni settentrionali del Belpaese saranno interessate da fenomeni di instabilità atmosferica. In sostanza, nel Nord Italia avranno luogo temporali sparsi e intensi, in particolare su Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna. Lunedì 31 luglio 2017 l’allarme per le previsioni del tempo avverse rientrerà, anche perché le temperature aumenteranno e tornerà il caldo torrido su tutte le regioni italiane.

Allerta Meteo Protezione Civile: le previsioni dal 29 al 31 luglio 2017

L’avviso di condizioni metereologiche avverse riguarda diverse aree del Paese, con criticità in ambito idrogeologico e idraulico. Per conoscere il grado di criticità, baserà consultare il bollettino pubblicato sul sito ufficiale della Protezione Civile. L’allerta meteo inizia dal pomeriggio di oggi, sabato 29 luglio 2017, con precipitazioni a carattere di rovesci e temporali di forte intensità su Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna, col rischio di forti raffiche di vento e grandinate locali. Allerta gialla in Emilia-Romagna centro occidentale e Lombardia, nel Milanese, per previsioni del tempo avverse.

In sostanza, la Protezione Civile ha diramato un allerta meteo per il maltempo che colpirà le Regioni del Nord Italia da sabato 29 luglio a domenica 30 luglio 2017, soprattutto in Lombardia e in Emilia-Romagna centro occidentale. Anche in Triveneto c’è il rischio di precipitazioni come temporali e rovesci, oltre a forti raffiche di vento e grandinate verso le zone collinari e in pianura, mentre nelle Alpi saranno rovesci moderati.  Solo da lunedì 31 luglio 2017 l’allarme rientrerà, in quanto si avrà un rialzo delle temperature, con qualche temporale isolato nelle zone alpine e in pianura.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*