Ancora contrasti all’interno del PD rispetto al Def

La legge di Bilancio con le sue scadenze è ormai alle porte e imperversano le polemiche. All’interno del PD non passa giorno che sorgano polemiche con il segretario Premier tento che parrebbe quasi che la vera minaccia per Renzi non arrivi nemmeno tanto dalle opposizioni quanto dall’interno del suo stesso partito. La minoranza Dem ha chiesto lo stop al Def in quanto manca chiarezza e all’interno del governo il Ministro Padoan, pur ammettendo che le cose dal punto di vista economico non vanno come desiderato, conferma che questa legge di Bilancio avrà ripercussioni sulla crescita del Paese.

Renzi deve fare anche i conti con le critiche che piovono da fonti autorevoli come l’Ufficio parlamentare di Bilancio, Corte dei Conti e Bankitalia che ritengono poco prudente scrivere un +1% di Pil per il prossimo anno nella situazione attuale. L’Ufficio Parlamentare di bilancio si è spinto oltre bocciando il quadro programmatico definito dalla nota di aggiornamento del Def. Si vedranno gli sviluppi della vicenda nei prossimi giorni, anche se il Premier dovrà tentare di tenere calme le acque anche in vista del referendum del 4 dicembre.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*