Azioni Snapchat, titolo crolla in Borsa per colpa di un tweet

0
Snapchat, titolo crolla in Borsa per colpa di un tweet

A Wall Street il titolo del social network brucia 1,3 miliardi di dollari e la colpa pare sia dell’influencer Kylie Jenner, sorella di Kim Kardashian, in quanto metteva in dubbio la funzionalità della app dopo l’ultimo aggiornamento.

Kylie Jenner affossa Snapchat in Borsa

La star del reality show americani Kylie Jenner, una delle sorelle della famiglia Kardashian, ha fatto crollare il titolo Snapchat a Wall Street. La nota influencer ha semplicemente twittato i suoi dubbi in merito alla popolare app di messaggistica, in quanto dopo i recenti cambiamenti pare che non funzioni più a dovere. La ventenne sorella di Kim Kardashian e figlia di Caitlyn Jenner ha scritto poche parole che si sono rivelate vere e proprie bombe sganciate su chi voleva investire comprando il titolo. Insomma, se alla Jenner non si apre Snapchat e domanda lumi su Twitter visto che, recentemente, l’applicazione per dispositivi mobili ha subito un restyle completo, è meglio che gli sviluppatori inizino a trovare delle soluzioni, visto che la starlette ha ben oltre 24 milioni di follower che possono retwittare e che, di conseguenza, possono influenzare il mercato valutario statunitense.

Crollo delle azioni Snapchat a New York

Infatti, la reazione è stata immediata: esattamente undici minuti dopo il primo commento su Twitter della Kardashian, il titolo ha perso la bellezza di 1,3 miliardi di dollari e a nulla è valso rimediare con un secondo post sul popolare social network dei cinguettii, ribadendo l’amore incondizionato per Snap, come è chiamata dagli aficionados. Dopo aver ceduto l’8%, le azioni Snapchat in chiusura di Borsa ha registrato una perdita del 6% e sono tornate al prezzo di 17 dollari, la quota con cui il colosso ha fatto ingresso a Wall Street.

Opinioni influencer influenzano il mercato

Questo dimostra ormai quanto potere hanno i social network e i cosiddetti influencer, ovvero persone in grado di condizionare i follower e inducendoli a comprare un prodotto, ad acquistare vestiti di una determinata griffe o di usare o meno delle app. I marchi prestigiosi, come le start up, cercano in tutti i modi di ingraziarseli perché basta un loro commento negativo per rovinare la reputazione, visto che risultano molto più convincenti dei media. In questo caso, la nota starlette Kylie Jenner si è solo accodata alle proteste di altri fruitori di Snapchat che lamentavano disservizi dopo l’aggiornamento. La Jenner ha in totale 104 milioni di follower anche su Instagram e riceve milioni di like ogni giorno: solo per aver postato la foto della piccola Stormi, la sua prima figlia avuta col rapper Travis Scott, ha battuto ogni record ricevendo 17 milioni di Mi Piace.