Bando 5G: questi tutti i partecipanti in gara

0
Bando 5G: questi tutti i partecipanti in gara

L’assegnazione della 5G è ormai appetibile per tutti gli operatori telefonici italiani. Non è più un mistero il fatto che il futuro passi attraverso l’acquisizione della nuova rete che – com’è stato assicurato – garantirà una velocità di connessione dieci volte maggiore rispetto al 4G. Huawei vuole essere il primo grande colosso ad assicurarsi le prestazioni della rete 5G sui propri smartphone, anche se sono emerse prime problematiche riguardanti durata della batteria e surriscaldamento maggiore con questo nuovo tipo di rete. Al di là di tutto, però, il bando 5G sarà senza esclusione di colpi e garatirà agli operatori telefonici la possibilità di poter garantire ai propri clienti il nuovo tipo di connessione. Per questo motivo nessuno escluso e, insieme ai grandi nomi, spiccano anche importanti novità.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Bando 5G: tutti i partecipanti in gara

Il bando 5G non sarà una semplice asta; si tratterà di un momento importantissimo per gli operatori telefonici italiani, che gareggeranno per ottenere la 5G da offrire poi ai propri clienti. Per questo motivo, insieme ai grandi nomi, non mancano anche le sorprese e alcune novità.

Tra i partecipanti in gara non può certamente mancare Telecom, insieme a Fastweb, Wind 3 e Vodafone. Tra gli operatori minori, rispetto ai sopraccitati colossi, trovano spazio Open Fiber e Linke. La sopresa è rappresentata dalla presenza di Iliad: l’operatore francese low cost che sta ottenendo grande successo in Italia (grazie alle offerte vantaggiose che stanno portando a un numero esponenziale di abbonamenti) parteciperà al bando 5G, per assicurarsi un tipo di rete che potrebbe portare a grandi passi avanti da parte del gruppo francese.

Che cosa si otterrà dal bando 5G?

L’obiettivo da parte di tutte le compagnie e operatori telefonici che parteciperanno al bando 5G è chiaro: assicurarsi il nuovo tipo di rete e proporre nuovi abbonamenti, per aumentare clientela e guadagni. Ovviamente, tutto ciò sarà possibile a determinate condizioni. Innanzitutto è bene chiarire che non tutti gli operatori potranno assicurarsi il 5G, per questo la domanda dovrà essere importante.

Essa dovrà essere necessariamente presentata entro il 10 settembre 2018. In palio ci saranno le frequenze nelle bande 694-790 MHZ, 3600-3800 MHZ e 26.5-27.5 GHZ. Se l’offerta economica sarà convincente, gli operatori telefonici potranno assicurarsi i diritti d’uso delle bande.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS