Bolletta telefonica, sono 10 le voci che paghiamo senza saperlo

Bolletta telefonica, sono 10 le voci che paghiamo senza saperlo

Negli ultimi anni è aumentato il numero degli italiani che ha deciso di abbandonare la linea fissa a causa della bolletta telefonica. Secondo un’indagine di mercato sono 10 le voci che paghiamo senza saperlo… Scopriamo nel dettaglio quali sono.

Linea fissa o mobile?

Come abbiamo accennato all’inizio del nostro articolo è in aumento il numero degli italiani che decide di sostituire la linea fissa affidandosi a quella mobile. In un certo qual modo con l’avvento degli smartphone, si è diffusa l’esigenza di poter essere sempre e costantemente collegati. Un qualcosa che si amplifica in maniera consistente se rapportata al fatto che i “clienti tipo” che s trovano di fronte questa scelta sono liberi professionisti, abituati a lavorare in ogni dove. Il grande dilemma riguardante la linea fissa o mobile vede anche un’altra motivazione: ovvero la bollette telefonica. Quanti di voi, cari lettori, hanno mai letto realmente cosa si trova scritto in questa e quali sono, dunque, i consumi che realmente pagate?

Telefonia, le 10 voci che paghi inconsapevolmente

Linea fissa o mobile poco cambia nei costi… Se osservate in modo attento la bolletta telefonica noterete che sono 10 voci che pagate inconsapevolmente. Facciamo riferimento a tutta una serie di servizi che solitamente diamo per scontati, ma sopratutto gratuiti. Ecco di seguito le voci telefoniche a pagamento:

  1. Chiama ora, Ti ho cercato, Chiamami
  2. Segreteria telefonica
  3. Costi d’incasso o altri costi
  4. Il finto “Tutto incluso”, (A volte nelle chiamate illimitate, ad esempio, non sono aggiunte i numeri di telefonia fissa)
  5. Antivirus
  6. Penali in caso di recesso
  7. Attenzione al funzionamento dell’Hotspo
  8. Attivazione della sim nei negozi
  9. Chiamata per conoscere il credito residuo
  10. Spesso i piani tariffari base hanno un costo

Le lamentele degli utenti:  Le denunce si sono triplicate

Il caso riguardanti le bollette telefoniche di certo non ha placato le lamentele degli utenti. A far luce sulla questione è stato Massimiliano Dona, presidente dell’associazione L’Unc: “Nelle ultime settimane ci sono giunte centinaia di lamentele su addebiti poco trasparenti da parte degli operatori che vantano negli spot la loro serietà. Le denunce si sono triplicate: siamo di fronte a un imbarbarimento etico del mercato della telefonia“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*