Botulismo, bimbo di 5 mesi ricoverato in ospedale, primo caso infantile

0

Un bimbo di 5 mesi è stato ricoverato in ospedale per botulismo, e questo risulta essere un caso isolato nella regione Piemonte

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Botulismo, bimbo di 5 mesi ricoverato

Il bimbo di 5 mesi ricoverato per botulismo aveva assunto il giorno prima un po’ di  miele e rapidi sono stati i primi sintomi manifestati.

Questi ultimi erano stitichezza, diminuzione dei riflessi, e si può pure presentare una difficoltà di controllo dei movimenti della testa e crisi respiratorie.

Botulismo, al via le analisi sul bambino e sul barattolino di miele

Dal momento che la situazione del bambino era critica, il piccolo è stato trasportato in ospedale. Quindi nell’ospedale di Roma hanno fatto le analisi delle feci che hanno dato conferma della presenza del botulino, mentre l’azienda sanitaria To4  ha poi preso il vasetto di miele e  consegnato all’Istituto Zooprofilattico per fare avvenire le dovute analisi. E’ infatti venuto fuori che era proprio il miele la causa di questa manifestazione di dolore ai danni del bimbo.

Il botulismo infantile e’ una malattia grave, rara, che può portare alla morte se non diagnosticata in tempo. Colpisce i bambini che hanno meno di un anno.  Il Clostridium botulinum è dunque un microbo che produce una tossina davvero molto velenosa (anche se naturale) e tra le più potenti al mondo. Le spore non creano alcuna conseguenza per gli adulti, ma
l’intestino dei bimbi così piccoli non è ancora abbastanza forte da uccidere le spore presenti nel miele. Infatti, le spore  aumentano nell’intestino, e possono  diventare batteri attivi che vanno a produrre la tossina.

L’Organizzazione mondiale della sanità e la Food and Drugs administration  hanno invitato a non somministrare miele ai bambini.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.