Brescia, operaio di 19 anni muore incastrato nel tornio

0
Brescia, operaio di 19 anni muore incastrato nel tornio

Nel corso delle ultime ore è stata ufficializzata la notizia secondo cui un operaio di 19 anni è morto incastrato nel tornio… Ad assistere alla tragedia è stato il padre del ragazzo, che purtroppo non è riuscito a fermare il macchinario.

Operaio di 19 anni muore a Brescia

Ci troviamo di fronte un caso di morte bianca, un operaio di 19 anni morto nel corso della giornata di ieri a Rovato in provincia di Brescia. Secondo quanto reso noto dai giornali locali il ragazzo di 19 anni, Luca Lecci, da qualche tempo aveva iniziato a gestire l’azienda di famiglia, Elettronica Lg, insieme al padre Fortunato. Nel corso della giornata di ieri il giovane a quanto pare stava portando avanti alcune mansioni in qualità di operaio, quando è rimasto incastrato nell’aggancio del tornio.

Ragazzo di 19 anni muore davanti al padre

A rendere la tragedia molto più dolorosa è il drammatico retroscena che è diventato il titolo per diversi giornali, locali e nazionali: Ragazzo di 19 anni muore davanti al padre. Secondo quanto raccontato anche da alcuni testimoni presenti sul luogo, ad assistere alla tragedia riguardante Luca Lecci è stato il padre, Fortunato. L’uomo ha tentato in tutti i modi di fermare il tornio al fine di impedire la morte del figlio… Ma questo non ha potuto far altro che assistere alla tragedia che si stava consumando.

Operaio muore bloccato nel tornio

Come abbiamo appena avuto modo di raccontare, la tragedia che si è consumata a Rovato, in provincia di Brescia, nasconde in se diversi aspetti drammatici… Primo fra tutti la morte di un operaio, un ragazzo di 19 anni, Luca Lecci, figlio del proprietario dell’azienda. Il ragazzo morto dopo esser rimasto bloccato nel tornio, ad assistere a tutto il padre che non è riuscito a salvarlo. A niente è servito il trasporto urgente allo Spitali Civili di Brescia, dopo Luca Lecc si è spento poco dopo.