Burian arriva in Italia, gelo e neve pericolo per i contatori dell’acqua e del gas

Burian arriva in Italia, gelo e neve pericolo per i contatori dell'acqua e del gas

Il gelo siberiano sarà una prova durissima per i contatori, le tubature e soprattutto le persone: consigli utili per proteggere impianto idrico e gas metano dal ghiaccio e dalla neve di Burian.

Burian e gelo in Italia, attenzione agli impianti acqua e gas

Nei prossimi giorni è atteso il grande gelo proveniente dalla Siberia che metterà a rischio certamente coloro i quali soffrono il freddo e la neve, ma anche gli impianti casalinghi. A partire da domenica 25 gennaio 2018, infatti, le temperature scenderanno sotto lo zero per diversi giorni, mettendo a rischio tubature e contatori dell’acqua. I responsabili degli acquedotti regionali cercano di dare ulteriori consigli a chi teme lo scoppio delle tubazioni e quindi di conseguenti perdite e infiltrazioni d’acqua, oltre che preparare gli utenti a risolvere i disagi più comuni in questi casi eccezionali come mancanza di acqua, la rottura dei misuratori e delle valvole di intercettazione e allagamento di case e condomini.

Burian in arrivo in Italia, a rischio gli impianti idrici e a gas

Qualora gli impianti siano messi in sicurezza, ovvero ben isolati e magari posti all’interno dell’edificio e in un locale riscaldato, non ci dovrebbero essere particolari disagi, ma qualora i suddetti siano posti all’esterno del fabbricato, è compito del proprietario o, se si tratta di un condominio, dell’amministratore verificare se la coibentazione sia applicata sul vano, sulle tubature, sui contatori e sulle valvole. Per isolare al meglio questi strumenti, il consiglio è di applicare polistirolo o pannelli di poliuretano espanso di almeno 2 cm di spessore. Saracinesche, tubature e contatori si possono proteggere con guaine isolanti termiche, basta che sia leggibile la finestra in cui appaia il numeratore. E’ considerato fuori norma un unico vano porta contatori gas metano e contatore acqua, in quanto il primo deve poter essere ben aerato causa materiale infiammabile, mentre il secondo deve essere isolato termicamente.

Come isolare i contatori dal gelo

Qualora i contatori dell’acqua siano all’interno, è da tenere presente che nelle cantine, garage e in altri ambienti non riscaldati né isolati termicamente, le temperature possono raggiungere anche i -10 gradi, quindi non è scongiurato il congelamento, anche se è presente la caldaia ( esse devonoe sere dotate di opzione antigelo). Anche in questo caso, bisogna provvedere alla protezione delle apparecchiature, mentre in caso di case vacanza, è meglio chiudere l’acqua e svuotare l’impianto idrico aprendo i rubinetti dopo aver chiuso anche saracinesche e contatore principale. Accortezza in più: porre negli scarichi, wc compreso, un misurino di antigelo per auto, al fine di evitare che i residui di liquido provochino danni, e lasciar aperto il rubinetto del bidet anche solo per ottenere un gocciolamento.

Danni da gelo, chi li paga

Infatti, i danni ingenti avvengono dopo l’ondata di freddo: le temperature, rialzandosi, fanno sciogliere il ghiaccio degli impianti e l’acqua riprende a scorrere. L’acqua ghiacciata aumenta di volume e provoca rotture e perdite che provocano allagamenti. Inutile provvedere con stracci e coperte avvolte al fine di isolare gli impianti, si rischia di peggiorare la situazione. In caso di danni, i vani che contengono i contatori acqua sono sotto responsabilità di chi li usa, compresa la manutenzione, quindi che le eventuali riparazioni e sostituzioni di apparecchi danneggiati dal gelo sono eseguite dal gestore ma con addebito all’utilizzatore della risorsa idrica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.