Cambio menù per bambini al McDonald’s, l’Happy Meal diventa salutista

0
Cambio menù per bambini al McDonald's, l'Happy Meal diventa salutista

Addio cheeseburger e milkshake al cioccolato nell’Happy Meal: questa decisione riguarda per il momento solo gli Stati Uniti in quanto la catena di fast food è stata accusata di favorire l’obesità infantile causa cibo spazzatura.

McDonald’s cambia il celebre Happy Meal

McDonald’s ha deciso di non favorire il consumo di uno dei suoi storici cavalli di battaglia del suo menù,  venendo incontro ai salutisti che accusano il classico panino con la polpetta di carne e il formaggio di essere una delle cause della diffusa obesità infantile negli Stati Uniti. Assieme al cheeseburger, sparirà dall’Happy meal anche il milkshake al cioccolato, altra popolarissima proposta della catena di fast food. La decisione vale per il momento solo per i punti vendita degli Stati Uniti, ma non si esclude che sia sdoganata a breve, con le relative polemiche del caso.

Niente milkshake e cheeseburger nell’Happy Meal

Come specificato dall’azienda, i clienti potranno continuare a ordinare questi cibi, ma non darà più diritto a vantaggi sul prezzo. Quattro anni fa erano state tolte dall’Happy Meal per i bambini le bevande gasate, fatto che aveva provocato una caduta nelle consumazioni di quello specifico menù del 14%. L’Happy Meal è stato a lungo un bersaglio di critiche da parte di esperti di salute e genitori, in quanto veniva collegato all’obesità infantile. La catena di fast food è venuta incontro nel tempo alle critiche, riducendo la quantità di patatine, introducendo frutta e verdura, o bevande con un limitato contenuto di zuccheri.

McDonald’s, da cibo spazzatura al menù salutista

Nonostante McDonald’s stia cercando di scrollarsi di dosso la fama di marchio junk food per eccellenza, le decisioni prese fino ad ora dal comparto USA sono risultate impopolari. Se in Italia viene apprezzato anche grazie a collaborazioni d’eccezione (col compianto Gualtiero Marchesi, con lo chef stellato Carlo Cracco e l’anti chef Joe Bastianich), in patria il marchio sta valutando una svolta salutista, in quanto secondo le statistiche i maggiori consumatori sono le famiglie con bambini. Per questo, si è deciso di rivoluzionare il classico Happy Meal.