Campania, boom di vaccini, target superato del più del 90%

Obbligo vaccini a scuola: il Senato approva la legge

Le vaccinazioni la Campania stando ad una nota della Regione Campania  “hanno raggiunto negli ultimi mesi i target di adempimento ministeriale, superando il 95% di copertura vaccinale per la esavalente, e oltre il 92% per la copertura vaccinale del tetravalente e morbillo, recuperando un gap storico della regione”.

Campania e vaccinazioni, la nota della Regione

Secondo quanto riporta la nota, la Regione “ha aderito immediatamente e con convinzione alla nuova legge sugli obblighi vaccinali istituendo sin dai primi giorni l’anagrafe unica vaccinale, che raccoglie i dati di informatizzati di tutti i nuovi nati dal 2001 al 2017 (ubicata presso Soresa spa). Ad agosto 2017 Regione e Ufficio scolastico regionale hanno inoltre sottoscritto una intesa per lo scambio dei dati. A novembre la Direzione generale della Tutela della Salute ha offerto a tutte le scuole campane per il tramite dei Servizi di epidemiologia e prevenzione regionale i dati della anagrafica vaccinale per semplificare il compito a tutti i dirigenti scolastici regionali”.

Lo scambio dei dati, si è avuto grazie all’attivazione di indirizzi PEC aziendali dedicati. Così in seguito allo scambio di informazioni tra le scuole (1977 su circa 2800) e le ASL, la Direzione generale della tutela della salute, attraverso Soresa ha effettuato una verifica delle coperture e spedito i dati a tutte le scuole.

Il programma adottato dalla Regione ha dato così l’opportunità a tutte le famiglie di soggetti che erano inadempienti di verificare la propria posizione vaccinale entro e non oltre la data del 10 marzo 2018 stabilita dalla legge nazionale.

Campania, regione super adempiente agli obblighi di vaccinazione

La scadenza entro il 10 marzo è valida per tutte le Regioni, anche per quelle che hanno partecipato alla procedura semplificata. Dunque, nel rispetto della circolare ministeriale, entro e non oltre il 20 marzo, le istituzioni scolastiche, acquisite le informazioni da parte delle Asp, inviteranno i genitori a depositare entro dieci giorni il certificato di vaccinazione avvenuta.

Entro il 30 aprile, poi, i dirigenti scolastici daranno comunicazione alle Azienda sanitarie provinciali le eventuali violazioni dell’obbligo vaccinale.

Informazioni su Alessia D’Anna 523 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.