Caos a Napoli, Fabrizio Corona blocca la città

0
Caos a Napoli, Fabrizio Corona blocca la città

Una ne pensa, cento ne fa. Fabrizio Corona è così, sempre pronto a stupirci con le sue idee. Questa volta però ha esagerato perché per promuovere il suo marchio di abbigliamento, ha bloccato la città di Napoli e sono dovute intervenire le forze dell’ordine.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Corona blocca Napoli

Solo Fabrizio Corona poteva scatenare il caos nella città partenopea. L’ex re dei paparazzi era a Napoli per la sponsorizzazione di Adalet, il nuovo marchio di abbigliamento e accessori nato quando è uscito dal carcere a febbraio 2018. Per la promozione Fabrizio Corona ha deciso di salire su una gru e dall’alto lanciava le magliette con il marchio. Il mezzo si trovava in uno degli incroci più affollati di Napoli, poco distante dal lungomare, nella zona di San Pasquale a Chiaia, e ha bloccato il traffico. Immediata la reazione dei napoletani tra clacson e urla di chi voleva accaparrarsi una delle magliette di Fabrizio Corona o doveva semplicemente attraversare la strada. Ad un certo punto sono intervenuti i militari per sbloccare la situazione. Corona su Instagram ha commentato l’accaduto scrivendo: «Napoli è mia».

Fabrizio Corona al Gf Vip 3?

Intanto continua il mistero sulla presenza di Fabrizio Corona al Gf Vip 3. Diversi i messaggi condivisi su Instagram in questi giorni che parlano di “verità”; l’allusione potrebbe essere al libro che uscirà a giorni “Non mi avete fatto niente”. Però Corona vuole replicare alla madre di Silvia Provvedi che ha già attaccato su Instagram, secondo Fabrizio la donna non conosce le sue figlie e le utilizza per risollevare la sua vita. Tuttavia Corona ne ha anche per Ilary Blasi, sempre su Instagram le ha inviato un messaggio molto forte, Fabrizio infatti sostiene che sia solo pubblicità per il suo programma.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.