Cellulare esplode sotto il cuscino, uomo perde la vita

0
Cellulare esplode sotto il cuscino, uomo perde la vita

Il cellulare di Nazrin Hassan era in carica sotto il cuscino e, anche se gli inquirenti stanno indagando, non si esclude che l’uomo sia morto intossicato dal fumo o per le gravi ustioni in seguito allo scoppio dello smartphone. Secondo un parente della vittima l’uomo aveva un Blackberry e un Huawei.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Ucciso nel sonno dallo smartphone

Nazrin Hassan, aveva 45 anni ed era il Ceo della Cradle Fund Snd Bhd. La società finanziaria ha sede in Malesia. L’uomo lascia 4 figli. Il cognato, come anticipato, ha specificato che aveva un Blackberry e un Huawei e gli inquirenti stanno cercando di capire quale dei due sia esploso. Sui social ha pubblicato un appello che potrebbe salvare altre persone: «Lasciare il cellulare in carica sotto il cuscino è una pratica che molti usano spesso. Moltissime persone si addormentano con il cellulare in carica vicino, ma sarebbe meglio non farlo». Il cognato della vittima ha aggiunto: «Non avremmo mai pensato che, per un incidente simile, quattro bambini sarebbero cresciuti da soli per tutta la vita».

Thermal Runaway perché è pericoloso

L’esplosione dello smartphone viene definita anche Thermal Runaway. La situazione si verifica quando c’è uno squilibrio di un componente nella batteria al litio che causa l’aumento incontrollato della temperatura. La reazione non si può fermare, e dopo la combustione c’è lo scoppio (in assenza di uno sfogo). Per i media malesi il dispositivo si è surriscaldato così tanto da esplodere e Nazrin Hassan probabilmente non si è accorto di nulla perché dormiva.

Quali sono i precedenti

Sono tante le persone che lasciano il cellulare in carica sotto il cuscino durante la notte o che si addormentano con il dispositivo accanto. La tragedia in Malesia deve accedere i riflettori sulla pratica che mette in periodo la nostra vita. Ci sono alcuni precedenti in Cina, Corea e Brasile. Anche in Italia lo scorso anno in un appartamento in provincia di Varese un cellulare sotto carica ha preso fuoco perché la batteria si era surriscaldata troppo, ma in quell’occasione per fortuna non ci sono state vittime.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.