Come scegliere un anello

0
anello

Un vero e proprio pezzo di incredibile valore, il gioiello dei gioielli che tutte le donne e tutti gli uomini vogliono avere. Insomma, quando si parla di gioielli, la prima cosa che viene in mente è l’anello, l’archetipo del gioiello di valore e, soprattutto, in tantissime circostanze quello più ambito.

Gli anelli hanno sempre vissuto nel segno dei tempi, che li hanno portati ad essere sempre incredibilmente importanti, per tante funzioni differenti: l’anello non è soltanto quello di fidanzamento o la fede nuziale, ma è anche tanto altro. Tra stili, tipologie, forme e carature dell’anello, ci si potrebbe confondere nella scelta molto variegata: per questo motivo è opportuno considerare tutto ciò che va sottolineato nel momento in cui si vuole acquistare un anello.

Leghe e materiali di un anello

La prima cosa che c’è da sapere, in merito alla scelta di un anello, è il materiale con cui è stato realizzato e, soprattutto, la lega. Non è assolutamente una considerazione banale, dal momento che innanzitutto il prezzo complessivo del proprio acquisto dipende da questa considerazione; in secondo luogo, il contesto di riferimento che porta alla scelta di un anello determina anche la possibile scelta di una lega particolare o di uno specifico materiale per il proprio anello. Insomma, non sorprende che gli anelli di fidanzamento siano in oro o, più raramente, in platino.

Tra i metalli disponibili per la scelta di un anello ci sono i vari tipi di oro: oro bianco, oro rosso, oro rosa e oro propriamente detto; essi conferiscono regalità, saggezza e grande eleganza, e sono il simbolo dell’amore e della relazione di coppia (non sorprende che le nozze d’oro siano quelle che si celebrano dopo cinquanta anni di matrimonio).

E ancora, gli anelli possono presentare diamanti o zirconi, in associazione con il materiale scelto (l’abbinamento è oro-diamanti, argento-zirconi, il che determina una notevole differenza di prezzo).

Quanto alle leghe, invece, esse indicano la purezza del materiale che viene utilizzato per la realizzazione dell’anello. Difficilmente, se non raramente, ci si ritrova di fronte ad un anello d’oro di 24 carati, e non solo per una questione relativa al prezzo: la caratura indica sì la purezza del materiale, ma anche la sua resistenza e, maggiore è il numero di carati di un oggetto, minore è la sua resistenza. Per questo motivo, un anello d’oro 24 carati sarebbe troppo malleabile e perderebbe della giusta resistenza.

Generalmente si associa l’oro al nichel o al platino, creando una lega molto elegante e resistente: il platino, inoltre, è ipoallergenico, più resistente e raramente porta a reazioni allergiche particolari. Sul mercato, insomma, la più alta caratura è quella di 18 k, il che significa presenza del 75% di oro, associato a platino o nichel. Diversamente, i 14 k indicano la presenza del 53% di oro puro.

Come scegliere un anello?

E’ ovvio che la scelta di un anello sia un qualcosa di incredibilmente soggettivo, dal momento che è determinata dal gusto personale di chi dovrà indossarlo e anche alla situazione e al contesto specifico in cui si vuole indossare quell’anello stesso; tuttavia, è possibile fare alcune considerazioni in merito, che possano orientare ad una scelta standard e senza tutte quelle determinazioni derivanti dal gusto personale.

Scegliere un anello vuol dire innanzitutto identificare il contesto: non c’è bisogno di sottolineare che un semplice anello personale e un anello di fidanzamento siano due cose differenti e che, ovviamente, anche il tipo di scelta debba differire; ovviamente, bisogna anche fare i conti con il proprio budget: se, e non si parla di anelli di fidanzamento in questo caso, l’abbinamento oro e diamanti è troppo lontano dalle proprie possibilità monetarie, quello di argento e zirconi può offrire una valida alternativa che, dal punto di vista estetico e stilistico, sicuramente non porterà a sfigurare.

Come acquistare anelli d’epoca

Accanto agli anelli che possono essere acquistati per le specifiche occasioni di cui sopra, esiste anche la possibilità di ottenere anelli antichi; si tratta di pezzi pregiati, di altra epoca e periodo storico, che rappresentano delle vere e proprie rarità da indossare e sfoggiare; in questo caso l’eleganza e il valore non deriveranno soltanto dal tipo di materiale o dalla lega, ma anche dalla storia di quell’anello. Acquistarli non è difficile, nonostante si tratti di prezzi rari: basterà far riferimento a siti di aste online che presentano sezioni dedicate.