Coronavirus Torino: l’aumento dei positivi adesso preoccupa

0
coronavirus torino
coronavirus torino

La situazione legata al Coronavirus adesso comincia a prendere pieghe preoccupanti, anche nei confini piemontesi. Quella che è ormai diventata una pandemia aveva visto come suo epicentro italiano, agli albori, la Lombardia e parte del Veneto: per una serie di fattori, tra cui anche la facilissima trasmissibilità e l’elevatissima contagiosità, si è poi espanso passo passo anche nelle altre regioni della Penisola.

Un processo che non è ancora terminato, come dimostrano i dati relativi alla Regione Piemonte e come è facile intuire dalla perpetrata “fuga” verso il Sud compiuta da migliaia di persone nelle scorse settimane, che facilmente hanno veicolato il virus anche nelle regioni meridionali.

Coronavirus Torino: la situazione in Piemonte

Quando ci riferiamo alle statistiche del Piemonte, chiamiamo in causa gli eventi delle ultime settimane. Se la Regione sembrava aver limitato la diffusione del contagio agendo più rapidamente della confinante Lombardia, dove la situazione è di emergenza totale ormai da un paio di settimane, gli ultimi numeri adesso preoccupano anche Torino e provincia.

Il capoluogo piemontese sta infatti scalando le non invidiabili classifiche dei contagi, e proprio ieri è entrata a far parte delle dieci province italiane con più casi di Coronavirus registrati. Una situazione che si è sviluppata e massimizzata in brevissimo tempo: soltanto negli ultimi cinque giorni infatti il rapporto tra i tamponi fatti ed i pazienti positivi è cresciuto dal 20% per arrivare a toccare addirittura il 36%.

Dati che certificano una diffusione sempre più consistente del virus, seppur in questi giorni i piemontesi stiano in gran parte rispettando le norme imposte dal nuovo decreto, “io resto a casa”. I numeri ad ogni modo non mentono, e raccontano di un Piemonte – e soprattutto di una Torino – che sta entrando proprio adesso nel periodo più complesso.