Il Coronavirus si trasmette attraverso il sesso?

0
Coronavirus sesso, il covid si trasmette attraverso il sesso

Il Coronavirus ha rappresentato, soprattutto nella specifica conseguenza della quarantena, una serie di limitazioni, di divieti e di obblighi che sono stati sottoposti ai cittadini. Per far fronte alla situazione di grande emergenza che è venuta a porsi per il Covid-19, il governo italiano ha rilasciato una serie di direttive che riguardano gli spostamenti, la possibilità di creare gli assembramenti e le reali motivazioni che possono portare ad uno spostamento all’interno del proprio comune e di comuni differenti: motivi di salute, motivi lavorativi e altre situazioni di estrema necessità. Tra le tante limitazioni, anche se non direttamente volute dal governo ma imposte dal buon senso e dalla comunità scientifica, c’è stata anche quella relativa al sesso e all’attività sessuale; in un periodo in cui si pensa già alla Fase 2, che porterà fidanzati, congiunti e altri affetti stabili a vedersi a partire dal 4 maggio del 2020, è fondamentale porsi un interrogativo necessario: il Coronavirus si trasmette attraverso il sesso?

Si tratta di un interrogativo che ha accompagnato tutti durante i giorni di quarantena e che, con l’inizio della Fase 2, ritorna in modo ancor più preponderante: la possibilità che il Coronavirus si diffonda attraverso il sesso porta a pensare all’esigenza di stare al sicuro quanto meglio possibile, con tutte le dovute precauzioni. Ecco che cosa c’è da sapere in merito. 

Come si trasmette il Coronavirus?

Per sapere se il Coronavirus si trasmette attraverso il sesso, vale la pena considerare quali siano le modalità di trasmissione del virus stesso, certamente non sconosciuto alla comunità scientifica e ai suoi componenti. Occorre, dapprima, chiarire che dal punto scientifico chiamare il Coronavirus in questo modo è errato, dal momento che con questa terminologia si intende una famiglia di virus che presentano determinate complicazioni e sintomi specifici. Più nel dettaglio, il COVID-19 (dall’inglese COronaVIrus Disease 19), chiamato anche malattia respiratoria acuta da SARS-CoV-2 o ancora malattia da coronavirus 201, è una malattia infettiva respiratoria causata dal virus denominato SARS-CoV-2, e che ha avuto i suoi effetti preponderanti – tra contagi e morti – tra gli ultimi mesi del 2019 e i primi del 2020.

Le modalità di trasmissione non sono chiare al 100%, ma la comunità scientifica ha stabilito delle direttive internazionali da prendere in considerazione, soprattutto considerando quelli che sono stati i casi particolari di Cina e Italia, le due nazioni più colpite prima della tragica tendenza statunitense. Secondo un funzionario USA, la trasmissione avviene “attraverso uno stretto contatto con un altro individuo, in particolare tossendo e starnutendo su qualcun altro che si trova entro un raggio di circa 1-2 metri da quella persona“. In altre parole, il metro preso in considerazione servirebbe ad evitare il contatto serrato tra due persone che, in una normale conversazione, emettono goccioline di saliva, attraverso starnuti, sbadigli, tosse o semplicemente parlando.

Non solo: è possibile infettarsi anche toccando oggetti e superfici là dove sia presente il virus, poi portando le mani agli occhi, al naso o alla bocca. Al momento non è ancora chiaro con precisione quale sia l’effettiva permanenza del virus su superfici e oggetti come cibi, nonostante siano state elaborate teorie a riguardo. In atto è anche uno studio che dimostrerebbe la dimostrerebbe la trasmissione oro-fecale del Coronavirus: stando ad uno studio attento dei campioni effettuati, infatti, il virus è stato trovato nelle feci del 53% del campione. 

I sintomi tipici del Coronavirus

Come è stato possibile appurare nei mesi difficili del Coronavirus e in tutti i casi che sono stati presi in considerazione, il virus – e la conseguente malattia da Covid-19 – presenza una serie di sintomi che sono tipici del Coronavirus e che sono incredibilmente riconoscibili, per quanto confondibili con altre situazioni sanitarie come l’influenza di stagione e non solo.

Guardando ai dati trasmessi direttamente dai laboratori cinesi, tra i sintomi tipici del Coronavirus ci sono: febbre (87,9% dei casi), tosse secca (67,7%), affaticamento (38,1%), produzione di espettorato (33,4%), mancanza di respiro (18,6%), mal di gola (13,9%), mal di testa (13,6%), mialgia o artralgia (14,8%), brividi (11,4%), nausea o vomito (5,0%), congestione nasale (4,8%), diarrea (3,7 %), emottisi (0,9%) e congestione congiuntivale (0,8%).

Il Coronavirus si trasmette con i rapporti sessuali?

A questo punto, si può prendere in considerazione l’interrogativo principale più volte ripetuto nei giorni che hanno seguito il 26 aprile del 2020, giorno in cui il Dpcm del Premier Conte ha stabilito la possibilità di vedere, a partire dal 4 maggio del 2020, non soltanto parenti ma anche i congiunti: il Coronavirus si trasmette attraverso il sesso? L’interrogativo ha accompagnato diverse persone nei giorni di permanenza forzata all’interno della propria abitazione, e diventata ancor più preponderante considerando la situazione del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che autorizza la possibilità di vedersi anche se non si è parenti.

La risposta all’interrogativo è stata fornita da Massimo Andreoni, ordinario di Malattie infettive all’università Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della SIMIT, Società italiana di malattie infettive. Il medico ha chiarito che, avendo preso in considerazione diversi casi di malati di Covid-19, in nessuno degli stessi è stato possibile appurare che il virus si trasmetta attraverso le secrezioni genitali. Tuttavia, nonostante il virus non si trasmetta attraverso i liquidi seminali dello sperma e della vagina, resta possibile la trasmissione attraverso contatto e goccioline di saliva, difficilissima da evitare durante un rapporto sessuale. Siccome non esistono precauzioni che possano evitare che ciò accada, è opportuno accertarsi – attraverso tampone – di non essere malati o portatori del virus prima di un qualsiasi rapporto sessuale.