Diagnosi sbagliata dei medici, 23enne perde un testicolo

Errare è umano, ma errare non dovrebbe essere una prerogativa medica. Eppure si fanno sbagli, sbagli tremendi che costano cari ai pazienti, com’è accaduto ad un ragazzo di 23 anni. A quest’ultimo è stata fatta una diagnosi sbagliata che l’ha portato alla perdita di un testicolo.

Diagnosi sbagliata costa cara ad un giovane, la denuncia verso i medici

La tragedia che ha visto protagonista il 23enne, è valsa per una condanna a 2 mesi di reclusione a carico di tre medici, che a suo tempo prestavano servizio presso l’ospedale San Filippo Neri.

I medici sono stati accusati di lesioni aggravate dal pubblico ministero Gianluca Mazzei. La vicenda riguarda l’ormai lontano 30 novembre del 2012 quando il ragazzo, avvertendo dolori spastici al basso ventre, si rivolgeva al medico di famiglia per un consulto.

Perde testicolo, la storia del giovane 23enne

Dopo una breve visita, notando la gravità del problema, il dottore lo spinge ad un immediato pronto soccorso. Il 23enne, un po’ impaurito, si reca all’ospedale Villa San Pietro dove gli viene diagnosticata una torsione funicolo testicolare chr richiede un intervento chirurgico d’urgenza.

Dal momento che la sala operatoria del nosocomio era colma, il ragazzo viene trasferito al San Filippo Neri dove, viene smentita la precedente diagnosi e lo dimettono parlando di una semplice epididimite.

Tuttavia dopo 2 giorni, il dolore non si calmava, così il giovane si recava in un terzo ospedale in cui si ritorna non solo sulla prima diagnosi ma viene notata una necrosi del testicolo che, per questo, gli è stato strettamente necessario asportarglielo.

Informazioni su Alessia D’Anna 540 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.