Diritti TV Mondiali di calcio Russia 2018 a Mediaset, ripescaggio per gli Azzurri?

0
Diritti TV Mondiali di calcio Russia 2018 a Mediaset, ripescaggio per gli Azzurri?
Fonte: Twitter

Mediaset vince contro la Rai, ipotesi ripescaggio Italia ed esclusione Spagna causa corruzione e caso Soulè.

Russia 2018 FIFA WorldCup, Azzurri ripescati al posto delle Furie Rosse?

Brucia ancora la non qualificazione ai Mondiali di Calcio per Russia 2018, ma gli Azzurri possono ancora sperare? Intanto anche se la FIFA ancora non ha ufficializzato, si mormora Mediaset avrebbe vinto l’asta per l’assegnazione dei diritti televisivi per la trasmissione di tutte le partite di Russia 2018, tra giugno e luglio. Il Biscione avrebbe offerto 78 milioni, meno della metà dei 180 milioni con cui la Rai si era aggiudicate le precedenti due aste di 2010 e 2014. Dopo l’esclusione dell’Italia dalla massima competizione calcistica mondiale per la prima volta da 60 anni, il valore del pacchetto è evidentemente crollato, ma Viale Mazzini avrebbe giocato eccessivamente al ribasso, limitandosi ad offrire appena 65 milioni, battuta per la prima volta dalla maggiore competitor privata. Per questo motivo, tutte le gare saranno trasmesse in chiaro su Canale 5, Italia 1 e Rete 4. Un colpo grosso per la famiglia Berlusconi, che con la controllata Mediaset Espana si era già aggiudicata a inizio mese l’asta per trasmettere i mondiali anche in Spagna sui canali Telecinco e Rete Cuatro.

Mediaset compra diritti TV Russia 2018, Rai umiliata

Altra umiliazione per la TV pubblica, avendo perso l’evento sportivo più importante, tanto che da settimane si vocifera che sarebbe interessata a riportare sulle sue reti almeno le gare di Formula Uno. Il danno per la Rai sarebbe ancora maggiore e il colpaccio ancora più straordinario per Mediaset nel caso clamoroso, ma non impossibile, di un ripescaggio dell’Italia. E se il mese scorso a fare sognare erano state le tensioni tra la FIFA e il Perù, stavolta a rischio esclusione sarebbero niente di meno che le Furie Rosse spagnole.

Ipotesi esclusione Spagna dai Mondiali di Russia

Angel Villar, presidente della Federazione calcistica spagnola da 30 anni, è stato confermato nella carica a maggio, ma nel luglio scorso è stato arrestato con le accuse di corruzione sul caso Soulè. Il Consiglio superiore dello Sport, alle dipendenze del governo di Madrid, ha chiesto al Tribunale di annullare la sua elezione e di ripetere il voto della Federazione. In prima battuta, i giudici avevano respinto la richiesta, ma dopo che sono uscite le intercettazioni ai danni di Villar, è arrivata la triste decisione. La FIFA non l’ha certo presa benissimo e ha inviato una lettera nella quale ha ricordato a Madrid che le federazioni nazionali hanno il diritto di gestire i propri affari in autonomia e che non viene ammessa alcuna interferenza esterna, punibile con delle sanzioni come l’ipotesi di esclusione della federazione da ogni competizione calcistica internazionale. Insomma, la Nazionale Spagnola potrebbe quindi essere esclusa dalla competizione, anche se il ripescaggio dell’Italia è una ipotesi remota, visto che a gennaio si proverà ad arrivare a un compromesso con la federazione iberica e a limitare le perdite.