Dove e come comprare Ethereum

0

Come si fa a comprare in Ethereum senza essere truffati e per investire nella  criptovaluta ETH , ecco la guida completa.

Acquistare moneta di Ethereum in sicurezza

Diciamola tutta: tutte le guide su Bitcoin e criptovalute derivate o ispirate a questo sistema riguardano come investirci sopra senza però procedere all’acquisto, perché “la bolla speculativa è destinata a scoppiare, perché è un alto rischio, ecc”. Ma se qualcuno volesse invece comprare delle monete virtuali, come dovrebbe comportarsi e soprattutto, su quale valuta digitale dovrebbe puntare? Sicuramente, i migliori trader sconsiglierebbero i Bitcoin per una questione di prezzo proibitivo, mentre Ethereum sarebbe la soluzione ideale. Ma perché nessuno spiega nel dettaglio come e dove è possibile acquistare questo token, specialmente se, confrontata qui la quotazione di Ethereum, si vuole fare un investimento a medio e lungo termine. Si deve utilizzare una carta prepagata, una carta di credito o si possono effettuare operazioni in contanti anche in questo caso, o è a discapito dell’investimento stesso e della sicurezza finanziaria in generale?

Acquisto Ether, differenza tra Exchange e Wallet

Per essere precisi, il sistema Ethereum ha una criptovaluta ben precisa, denominata Ether. La precisazione è doverosa, perché nel linguaggio comune è entrato Ethereum come termine per definire entrambi, ma non è affatto esatto. Insomma, per chi è desideroso di acquistare Ether, si possono seguire due vie, ovvero tramite Exchange e per mezzo del Wallet. Gli Exchange sono delle normali piattaforme di trading in cui si possono convertire soldi reali depositati nel sistema in tutte le valute desiderate. Visto che siamo in Italia, gli Euro verranno quindi convertiti nella moneta virtuale di Ethereum. Funziona proprio come quando si sceglie una Banca: tute hanno offerte strepitose e contratti di conto corrente diversi, chi a zero spese o con incentivi per gli under 30, ma il trucco è trovare quello che calza come un guanto per le proprie esigenze. Non è detto che sia facile, perché qualsiasi Exchange ha delle Fee di conversione valuta, ovvero delle commissioni da pagare per forza in quanto il sistema ha convertito quella determinata valuta, e di solito si pagano in base a quanta moneta viene convertita. Il Wallet è esattamente quello che è, ovvero un portafoglio virtuale in cui, dopo la conversione, si trasferisce la moneta virtuale. Diventa di proprietà e con ogni wallet si potrà ricevere, inviare o richiedere la valuta di Ethereum a chiunque. Un esempio che calza a pennello è quello del conto corrente: quando si è dato ordine all’istituto di credito per la conversione di moneta reale in crypto, si dovrà trasferirla in un portafoglio personale.

Consigli prima di comprare ETH

Nella maggior parte dei casi, gli Exchange richiedono una verifica dell’identità per l’utente che si iscrive. Per questo è bene tenere sotto mano una copia di un documento di identità e una bolletta della luce per provare la residenza. Sono dei documenti fondamentali per abilitare l’account e ottenere la propria valuta virtuale. Esistono vari Exchange in cui procedere all’acquisto con carta di credito o prepagata previa semplice registrazione. Si dovrà solamente completare il proprio profilo e inserire il metodo di pagamento preferito. Attenzione a inserire i dati in maniera corretta, altrimenti si rischia di invalidare l’operazione e perdere sia i soldi reali, sia la moneta virtuale. Una volta completato l’acquisto, non si dovrà fare altro che trasferirli dall’Exchange al Wallet che si avrà scelto in precedenza e il gioco è fatto.