Dune di metano su Plutone: la nuova scoperta fatta da un gruppo di ricercatori

0

Grandi passi avanti fatti dalla scienza, che – attraverso il lavoro fatto da un gruppo di ricercatori – può vantare di aver approfondito la sua conoscenza relativa a Plutone, il pianeta nano. Un gruppo di ricercatori, infatti, grazie alle immagini fornite dalla sonda New Horizons, ha notato delle dune presenti nel cuore del pianeta. Queste dune, tuttavia, non sono sabbiose ma formate da metano ghiacciato; il metano è un gas presente in abbondanza anche sulla Terra, e dimostra quanto la superficie del pianeta esaminato sia molto più attiva di quanto si pensasse tempo fa. La scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica Science.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Dune di metano su Plutone, la scoperta di un gruppo di ricercatori

E’ stato grazie alle immagini fornite da una sonda – la New Horizons – che un gruppo di ricercatori della Plymouth University è giunto ad un’importante scoperta: dune di metano su Plutone. Le dune, infatti, non sono sabbiose come ci si aspetterebbe, ma formate da metano ghiacciato. Il metano, che è un gas che sul pianeta Terra è abbondantemente presente, ha dunque formato queste dune (ma non solo) sul pianeta nano.

Allo stesso tempo, però, le dune non sono state formate dal vento; nonostante, infatti, le dune – che si trovano alla base di montagne – abbiano l’orientamento perpendicolare ai venti che soffiano sulla superficie di Plutone, non è possibile che sia stato il vento stesso a realizzarle in quanto si stima che sia troppo debole sul pianeta. Di conseguenza, si pensa che esse siano generate dalla presenza di azoto ghiacciato che, in fase di sublimazione (passaggio da stato solido a stato gassoso) crea dei getti la cui forza è in grado di generare quegli andamenti che si osservano. Ad ora, la scoperta è stata pubblicata sulla rivista scientifica Science; i ricercatori, però, avvertono che potrebbero non essere realmente dune e che soltanto immagini più nitide chiariranno, con certezza, il tutto.

Dune di metano su Plutone, le parole di Matt Telfer

La scoperta di dune di metano su Plutone, fatta da un gruppo di ricercatori della Plymouth University (nel Regno Unito), non solo ha portato alla luce un’importante presenza di metano ghiacciato sul pianeta nano; su Plutone, infatti, la superficie non è del tutto passiva come si pensava. Insomma, la scoperta ha portato alla luce un tipo di atmosfera che contribuisce al cambiamento e alla composizione del pianeta stesso, così come funziona sul pianeta Terra. Ciò è stato confermato da Matt Telfer, uno dei ricercatori che hanno preso parte allo studio; lo studioso ha confermato che “vediamo montagne, ghiacciai e ghiaccio in movimento. Nonostante sia molto rarefatta, abbiamo prove di come l’atmosfera stia contribuendo a modificare la superficie di quel mondo, proprio come avviene sul nostro pianeta.” 

Chiaramente, tutto ciò è stato possibile grazie alla sonda New Horizons, che fornito le immagini necessarie per poter arrivare a questa importante scoperta.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.