Elezioni francesi, le Borse reagiscono positivamente

borse elezioni francia

Le elezioni presidenziali in Francia si sono svolte con tranquillità nonostante i timori legati a possibili e temuti atti terroristici, un afflusso record di elettori che hanno voluto esprimere la loro preferenza. Infine due i candidati che andranno al ballottaggio: Marine Le Pen e Macron, un centrista moderato e la massima esponente del Fronte National, l’estrema destra francese con velleità di Frexit.Gli investitori internazionali sono stati prudenti in questo periodo di campagna elettorale, in allerta per una possibile vittoria della Le Pen che peraltro ha ancora chance di vittoria ma con basse probabilità, dal momento che le forze politiche si coalizzeranno contro di lei e voteranno in massa per il moderato Micron.

Escono sconfitti i partiti tradizionali francesi, dal momento che Macron è a capo del movimento “En marche” nato solo un anno fa e il partito della Le Pen non aveva mai ottenuto un tale successo. Le Borse hanno reagito bene ai risultati della prima tornata elettorale: Parigi che era un po’ stentata nell’ultimo periodo ha chiuso con +4,3% ma anche Madrid è a +3.0% e Milano ha concluso con un +4%. Un po’ più cauta la Borsa di Francoforte che chiude a +3,4% e soprattutto Londra con il +1,8%.

In questo quadro l’Euro si rafforza sul dollaro con lo scambio fissato a 1,0865, il massimo da parecchio tempo a questa parte mentre il Petrolio cala leggermente le sue quotazioni attestandosi poco al di sotto dei 50 dollari al barile, appena sopra ai 52 dollari il Brent, il petrolio del Mare del Nord. Positivo anche lo Spread, il differenziale tra i titoli italiani e gli analoghi tedeschi, fissato a 183 punti base contro i 200 della scorsa settimana.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*