Esenzione ticket sanitario: chi non deve pagarlo? Info requisiti e presentazione domanda

Esenzione ticket sanitario: chi non deve pagarlo? Info requisiti e presentazione domanda

Chi può richiedere l’esenzione del ticket sanitario? Non tutti i cittadini sono obbligati a pagare il ticket, per alcune categorie è prevista infatti l’esenzione. Al riguardo c’è molta disinformazione e anche chi dovrebbe essere esonerato dalla tassazione nazionale sulle prestazioni mediche continua a spendere soldi. Le esenzioni del ticket vengono stabilite in base ad alcuni fattori come: reddito, anzianità e malattie patologiche.

Sul sito del Ministero della Sanità inoltre è presente una lista completa con tutte le malattie croniche e per cui è previsto l’esonero, se rientrate nei casi descritti dovete andare presso l’Asl di residenza con il certificato medico dove si attesta la malattia e gli operatori provvederanno ad inserire il vostro nominativo su un portale e rilasciarvi in seguito i codici esenzione per non pagare il ticket sanitario su esami, visite e farmaci per la terapia. Tra i casi di esenzione rientrano anche le malattie rare con importanti agevolazioni sulle prestazioni per diagnosticarle, lo stesso vale per la diagnosi dei tumori precoci maggiormente diffusi: tumore al collo dell’utero, tumore al seno, tumore al colon-retto. L’esenzione del pagamento del ticket sanitario può essere chiesta dalle persone invalide ma in questo caso si applica l’esonero solo ad alcune visite specialistiche legate all’invalidità che deve essere accertata dalla commissione medica dell’Asl di residenza. Ricordiamo inoltre che durante la gravidanza, per tutelare la salute della mamma e del bambino, le visite specialistiche e diagnostiche sono a carico dello Stato.

Ticket sanitario: esenzione pagamento per fascia di reddito

L’esenzione ticket può essere richiesta in caso di situazioni reddituali molto basse e quindi per disoccupati e familiari a carico con reddito inferiore a 8.263,31 euro e che non supera 11.362,05 euro (con coniuge a carico), a questo importo si aggiungono 516,46 euro per ogni figlio a carico. Sono esenti anche i titolari di pensione sociale, chi riceve l’assegno sociale, i titolari di pensione minima che hanno compiuto 60 anni, i cittadini sotto i 6 anni di età, gli over 65 che fanno parte di un nucleo familiare dove il reddito complessivo non supera 36.151,98 euro annui.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*