Farmaco anticancro con cellule T in vendita negli USA: info e prezzo

0
kymriah anticancro

Novartis lancia sul mercato Kymriah: una medicina a somministrazione endovenosa una tantum in grado di curare la leucemia linfatica acuta e che costa 475mila dollari.

Kymriah, il farmaco anticancro in vendita negli USA

Gli Stati Uniti hanno dato il via libera al primo farmaco che trasforma i linfociti T, cellule fondamentali della risposta immunitaria del paziente, in killer del cancro. Prodotto da Novartis e denominato Kymriah, si tratta di una somministrazione endovenosa una tantum in grado di curare la leucemia linfatica acuta molto diffusa tra i bambini USA. Il prezzo potrebbe essere un problema, visto che questa medicina costa la bellezza di 475.000 dollari, ma verrebbe utilizzato per i pazienti che non rispondono positivamente alle cure standard, pari probabilmente a poche centinaia di bambini e giovani adulti all’anno.

Farmaco Novatris anticancro, come funziona

Questa nuova procedura è stata sperimentata su una bambina che stava per morire e che ora è senza tumore da cinque anni. La collaborazione con la University of Pennsylvania e sono state investite risorse notevoli per questa rivoluzionaria terapia immuno-cellulare per quei pazienti che ne hanno veramente bisogno. E Kymriah potrebbe veramente cambiare il corso della cura del cancro. E sembra sia veramente efficace, visto che la Food and Drug Administration ha dato l’ok alla messa in vendita sul mercato USA al farmaco prodotto da Novatris.

Kymriah in vendita, quanto costa il farmaco anticancro

Uno studio su 63 pazienti ha dimostrato che il tumore è andato in remissione nel 83% dei casi, per questo la FDA, l’autorità americana sugli alimentari e medicinali, ha dato il via libera alla commercializzazione di Kymriah. Ma è doveroso avvertire che i benefici del trattamento non sono duraturi, in quanto in alcuni pazienti il cancro è ricomparso dopo pochi mesi. Vale la pena pendere 475mila dollari per una medicina che non garantisce risultati duraturi? Sembra che i genitori americani, comunque, facciano carte false per dare ai loro bambini anche una minima possibilità di sopravvivenza dal tumore, tanto che sono tante le richieste per poterlo acquistare. In Italia sarà più complicato, in quanto gli studi presentati non hanno ancora convinto il Ministero della Salute a  dare il via libera al commercio anche nel suolo italico.