George Pell accusato di pedofilia: nuovo scandalo in Vaticano

George Pell accusato di pedofilia: nuovo scandalo in Vaticano

Il cardinale George Pell, prefetto degli Affari Economici del Vaticano dal 2014, è stato incriminato per pedofilia in merito ad alcuni episodi che sono avvenuti diversi anni fa. La notizia è riportata da Huffpost che ha spiegato che George Pell deve comparire in tribunale a Melbourne il prossimo 18 luglio. La radio nazionale Abc ha riferito che la polizia dello stato australiano di Victoria ha notificato ai legali del cardinale gli atti. Si tratta del più alto rappresentante del Vaticano mai coinvolto in un inchiesta per reati sessuali.

Le accuse riguardano episodi di pedofilia consumati negli anni ‘70 a Ballarat, città di origine di George Pell dove era sacerdote. Shane Patton, il vice commissario ha detto che il processo e le procedere seguite sono gli stessi applicati nei grandi casi di pedofilia a cui hanno già lavorato. George Pell ha già respinto ogni accusa, in una recente intervista tv gli avevano parlato della possibilità di essere incriminato e il cardinale ha affermato la sua innocenza.

George Pell si è già presentato davanti alla commissione australiana d’inchiesta dove ha risposto di abusi sessuali su minori ma attende la conclusione del procedimento. Nel mese di ottobre dello scorso anno, tre agenti di polizia incaricati dalla commissione erano andati a Roma per interrogare il cardinale che si è sempre mostrato collaborativo e non si è sottratto alle domande. Intanto pare che l’Australia abbia un trattato di estrazione con l’Italia e non con il Vaticano. Papa Francesco è al corrente del provvedimento e ha concesso al prefetto degli Affari Economici un periodo di congedo per consentirgli di tornare in Australia.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*