Google dedica il suo doodle alla missione Cassini-Huygens

doodle dedicato alla missione Cassini-Huygens

Un omaggio speciale da parte di Google per il ventennale del lancio del satellite il Doodle Google dedicato alla missione Cassini-Huygens . Dopo 13 anni la sonda spaziale italo-americana Cassini giunge finalmente alla fine del suo iter. Compito principale del satellite artificiale infatti era quello di prelevare più informazioni possibili sul sesto pianeta del Sistema Solare, Saturno, con annessi satelliti naturali ed anelli.

Il lavoro di Cassini è stato molto arduo, faticoso e di grande responsabilità: esso infatti è riuscito a scattare delle magnifiche foto del corpo celeste e ad analizzare quella che è la sua composizione fisica, riportando importanti scoperte grazie alle quali vi si può dedicare lo studio per almeno un’altra decina di anni.

In realtà la storia della sonda Cassini ritrova le sue origini nel lontano 1997, anno in cui abbiamo assistito all’uscita del satellite dall’atmosfera terrestre dal Complesso di lancio 40 del John F. Kennedy Space Center, situato in Florida; da lì il satellite impiegherà ben 7 anni per raggiungere l’atmosfera di Saturno.

Oggi 26 aprile Cassini-Huygens ha raggiunto il punto massimo di vicinanza al pianeta, “tuffandosi” quindi tra gli anelli che lo circondano, e prelevando così più informazioni possibili sulla composizione gassosa degli stessi. I risultati concreti sono previsti per domani mattina intorno alle ore 9.

La sonda spaziale Cassini-Huygens deve il proprio nome a due famosi astronomi: Gian Domenico Cassini infatti è il primo astronomo ad essersi interessato al corpo celeste a tal punto da studiarlo in maniera approfondita, mentre Christiaan Huygens è colui che si è occupato della scoperta di Titano, il satellite naturale più famoso e importante del pianeta. E non sono attribuiti a caso i nomi delle due parti che compongono la sonda: il lander (ovvero il componente che atterra sul corpo) Huygens infatti si è occupato totalmente della superficie della luna di Saturno, Titano, scoprendo tra l’altro un enorme mare di metano liquido, mentre l’orbiter (il pezzo che ruota intorno alla sfera celeste) Cassini si è preoccupati di studiare a fondo di cosa è fatto Saturno.

Come sappiamo Google ama divertirsi ad “animare” il proprio nome nella pagina iniziale, magari in ricorrenza di qualche festività religiosa o di un evento che caratterizza o ha caratterizzato la storia dell’umanità, come ad esempio dei fuochi d’artificio per la notte di San Silvestro o delle mimose per la festa della donna: in questo caso invece l’oggetto del doodle Google è la sonda Cassini in versione cartone animato che ruota attorno a Saturno scattandogli delle foto, il quale sorridi come se volesse dire “cheese”.

La missione Cassini-Huygens troverà il suo termine il 15 settembre di quest’anno, giorno in cui il satellite italo-americano “precipiterà” nell’atmosfera della palla gassosa.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*