Haribo accusata di schiavitù: il caso degli operai brasiliani

0
Haribo accusata di schiavitù: il caso degli operai brasiliani

Gli orsetti gommosi Haribo sono prodotti da schiavi e non è la trama di un film. La famosa azienda produttrice di caramelle è accusata di schiavitù, la verità in documentario tedesco. Haribo si è difesa e ha fatto partire le indagini ma è partito il boicottaggio con l’hastag #jeboycotteharibo.

The Haribo Check: il documentario

«Haribo è la bontà che si gusta ad ogni età» è il ritornello della pubblicità italiana delle caramelle gommose amate da piccoli e grandi. Probabilmente da oggi smetteremo di cantarla perché è scoppiato il caso che riguarda le condizioni di lavoro degli operai brasiliani. Un documentario tedesco andato in onda sulla tv pubblica Ard si è occupato di svelare il trattamento poco “dolce” riservato ai dipendenti da parte dell’azienza Haribo. The Haribo Check ha messo sotto accusa il marchio per le pessime condizioni dei lavoratori brasiliani e per quelle degli allevamenti tedeschi dove ci sono gli animali da cui derivano gli ingredienti utili alla produzione delle caramelle. La società Haribo ha avviato le indagini perché non poteva restare in silenzio davanti a queste accuse.

Cera di carnauba, ingrediente segreto degli orsetti

I giornalisti tedeschi che hanno realizzato il documentario hanno scoperto che la cera di carnauba, ingrediente speciale che impedisce agli orsetti gommosi Haribo di non attaccarsi e che li rende lucidi, è estratto nelle piantagioni brasiliane. I lavoratori guadagnano 40 real al giorno, circa 10 euro, sono costretti a dormire all’aperto, bevono acqua sporca, non possono andare in bagno, e operano in assenza di sicurezza. Tra di loro vi sarebbero anche dei minorenni. Un primo intervento del Ministero Brasiliano del Lavoro è stata la denuncia di schiavitù, poi è intervenuta la sezione tedesca di Amnesty International sostenendo che Haribo è responsabile dell’operato delle aziende partner.

Haribo avvia le indagini: #jeboycotteharibo hastag virale

Come abbiamo detto anche gli animali vivono in condizioni di sfruttamento. Oltre alla cera di carnauba uno degli ingredienti base delle caramelle Haribo è la gelatina. Nel documentario vengono mostrate anche le condizioni in cui vivono i suini di Gelita, società che rifornisce Haribo di gelatina. L’azienda di caramelle anche in questo caso ha respinto le accuse dicendo di non essere a conoscenza della violazione del linee guida. In un comunicato stampa Haribo ha detto che porta felicità a bambini e adulti e non accetta il “mancato rispetto degli standard sociali ed etici”. I consumatori però hanno dedico di boicottare Haribo e dalla Francia è partito l’hastag #jeboycotteharibo che a pochi giorni dalla festa di Halloween rischia di mandare in crisi le vendite di dolciumi.