I cellulari compiono gli anni: 45 anni fa la prima telefonata mobile da New York

I cellulari festeggiano oggi il loro compleanno: era il 3 Aprile 1973, quando in una strada di New York, Usa l’Ingegner Martin Cooper, inventore e imprenditore, partoriva il primo dispositivo mobile. E come nome scelse Dyna-Tac, dal peso di 1,5 chilogrammi.

Cellulari che passione: dalla prima telefonata ad oggi

Da quella prima misera telefonata, tutto è cambiato, fino a che non siamo arrivati ai super device odierni.

Quel giorno, tra il traffico e il rumore di una comune strada dell’America, l’Ingegnere mostrava il nuovo aggeggio, bianco, naturalmente senza display, solo con la tastiera (esclusivamente numerica) e marcato col cognome di famiglia: Motorola.

La chiamata fu verso il suo rivale di sempre, il ricercatore Joel Engel della Bell Labs e gli disse: “Noi della Motorola ce l’abbiamo fattta, la telefonia cellulare è una realtà!”

Compleanno dei cellulari, come nacque l’idea

L’idea di un dispositivo mobile venne all’ingegnere Martin Cooper, prendendo spunto da Star Trek col suo famoso capitano James Tiberius Kirk. Già all’indomani della Guerra Mondiale, l’Ingegner Cooper diceva : “In futuro ad ogni persona sulla Terra al momento della nascita sarà assegnato un numero di telefono”. Cercava a tutti i costi di farsi strada nel mondo della scienza e della tecnologia. E ovviamente ci riuscì.

Oggi, dalle ultime statistiche pare che i cellulari in circolazione siano ben oltre i 6 miliardi e il momento in cui essi saranno più numerosi dei Terrestri è certo molto vicino: il cellulare, oggi detto Smartphone, lo usa praticamente chiunque, non solo nei cosiddetti Paesi Industrializzati, anche nelle savane africane o sulle più alte montagne, basta essere dotati di uno capace di connettersi con la rete satellitare terrestre.

Il primo prototipo, il Dyna-Tac della Motorola costò in ricerche con relativi sbagli ed errori, all’incirca 1 milione di dollari, quasi tutti sprecati per la questione della batteria, lo stesso che le case hanno oggi con i nuovi device e con quelli del futuro.

Informazioni su Alessia D’Anna 540 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.