Il 12% degli italiani investe in fondi: qual è l’identikit dell’investitore tipo?

0

Il vero e proprio successo del Pir (Piani individuali di Risparmio) ha portato più italiani a investire in fondi, con una cifra che è sensibilmente aumentata. Secondo i dati di Assogestioni, il 12% degli italiani investe in fondi. L’investimento preferito dalla maggior parte degli investitori è il versamento unico (Pic), mentre, per quanto riguarda i numeri, sono 7,2 gli italiani che hanno sottoscritto fondi comuni, 500 mila in più rispetto al 2017. Grazie ai dati di Assogestioni, non si è avuta soltanto una percezione numerica dell’aumento degli investitori, ma anche l’identikit dell’investitore tipo.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Il 12% degli italiani investe in fondi: i dati di Assogestioni

Il 12% degli italiani investe in fondi, è il dato riportato da Assogestioni, che ha parlato di un numero in netta crescita rispetto al 2017: 7,2 milioni di italiani sono sottoscrittori di fondi comuni nel 2018, 500 mila in più rispetto al precedente anno. Il motivo per cui gli investitori sono sensibilmente aumentati è da attribuire certamente ai Pir (Piani individuali di Risparmio) che garantiscono importanti vantaggi fiscali, investendo su piccole e medie imprese. L’aumento dei sottoscrittori ha un’incidenza anche nazionale, che porta alla percentuale riportata da Assogestioni, secondo cui la metà dei risparmiatori detiene fondi per più di 14.400 euro.

Alessandro Rota, direttore dell’ufficio studi di Assogestioni, ha spiegato che . “L’aumento dei sottoscrittori è da ricondurre principalmente al successo registrato dai piani individuali di risparmio nell’anno del loro debutto sul mercato – spiega Alessandro Rota, direttore dell’ufficio studi dell’associazione – secondo la nostra analisi, infatti, gli italiani che investono in fondi domestici pir compliant sono più di 690 mila, circa 800 mila includendo i fondi esteri. Per la metà si tratta di investitori che si affidano per la prima volta ai prodotti di gestione collettiva. Questi numeri superano di parecchio le previsioni governative e testimoniano il notevole successo che questo prodotto ha riscosso presso un’importante fetta di investitori”.

Quali sono gli investimenti preferiti dagli italiani

La modalità di investimento preferita dagli investitori italiani è, sicuramente, il versamento unico (Pic) che viene scelto dal 68% degli italiani. Negli ultimi anni, inoltre, è aumentata la quota di coloro che investono in piani di accumulo (Pac), ora stabile al 20%. Spiega, infatti, Rota: “Il Pac è la modalità di sottoscrizione più diffusa tra i giovani che possono investire in fondi comuni anche con somme molto piccole: si tratta, infatti, dell’opzione preferita dalla metà degli investitori con meno di 35 anni.”  

Infine, il 36,4% dei fondi dei sottoscrittori sono flessibili, il 28,1% sono comparti obbligazionari, il 10,9% bilanciati e, in fondo, il 6,9% di azionari, così come riporta Assogestioni: “Gli investimenti nelle diverse asset class risentono degli sviluppi dell’offerta: nell’ultimo anno si registra, in particolare, una dinamica dovuta all’introduzione dei Pir che ha portato a un raddoppio della quota di sottoscrittori che investono prevalentemente in fondi bilanciati.”

Il 12% degli italiani investe in fondi: l’identikit dell’investitore tipo

I dati riportati da Assogestione non solo hanno mostrato un importantissimo dato relativo a sottoscrittori di fondi comuni (che ha la sua incidenza nel numero di investitori totali in Italia), ma hanno anche permesso di tracciare l’identikit dell’investitore tipo.

Secondo Assogestioni, l’investitore tipo è un uomo (anche se il divario con le donne si riduce sempre più) di 59 anni e residente in Nord Italia. Mediamente, questo tipo identificato da Assogestioni investe circa 31.200 euro.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.