Illuminare la sala da pranzo con la luce giusta

0

La sala da pranzo deve essere conviviale e accogliente e merita quindi una illuminazione particolare, allo scopo di creare una stanza ospitale e di design con l’aiuto della luce e del lampadario giusto.

Lampadario giusto per la sala da pranzo

Nulla si deve lasciare al caso e le idee per rendere luminosa e far risaltare la sala da pranzo sono numerose, ma non tutte possono essere accettate. Soprattutto perché è un ambiente particolare, una via di mezzo tra una zona living e la cucina, quindi una postazione di lavoro. Si deve rendere merito al cibo servito in tavola, far risaltare l’apparecchiatura particolare in occasione di una festività o di un evento speciale, deve inoltre far spiccare i commensali senza mettere in ombra i padroni di casa. Non bastano semplici lampade ceramica traforata alternate a faretti a LED, o un imponente lampadario a goccia fatto di cristalli per risolvere il problema della luce giusta per un luogo in cui si mangia e si conversa contemporaneamente.

Illuminazione centrale per il tavolo da pranzo

La prima caratteristica che deve avere la luce in una dining room è la via di mezzo in fatto di intensità: non deve essere abbagliante e accecare le persone, ma neanche troppo bassa  da far risultare l’ambiente tetro e buio. E come se non bastasse, deve avere un raggio sufficiente per illuminare la vera star di questa zona, ovvero il tavolo da pranzo decorato con le sue sedute. Lo stile dell’intera stanza influisce molto sulla scelta del lampadario: se si tratta di un salone classico dal tavolo grande e imponente, allora è meglio un lampadario classico con tanti bracci allo scopo di illuminare tutta la stanza, avendo cura di un dettaglio fondamentale, ovvero la collocazione della luce perfettamente centrale al tavolo.  Infatti, essendo il complemento di arredo fulcro di tutta la stanza, è obbligatorio che la luce scenda dall’alto e si concentri lungo tutta la lunghezza del mobile. E’ ideale anche un lampadario a LED a luce calda, magari con faretti orientabili in modo da poterli regolare anche quando si decide di rinnovare la disposizione del mobilio.

Suggerimenti per la scelta del lampadario

Come illuminare la sala da pranzo senza accecare gli ospiti? Si possono posizionare in determinati punti strategici delle abat jour e delle lampade da terra, le quali illumineranno gli angoli bui della stanza. Posizionate sopra credenze e vetrinette, inoltre, potranno anche fungere da decorazione particolare. In alternativa, ci sono anche i faretti orientabili che si possono gestire a seconda delle necessità: se si organizza un buffet, ad esempio, si possono orientare i punti luce in una o nell’altra direzione, mentre se si tratta del pranzo della domenica, si può puntare l’illuminazione sul tavolo da pranzo. Sul mercato ci sono molti modelli e lampade che servono per fare luce per illuminare tutta la sala. Se si vuole trovare un’alternativa al classico, i lampadari in stile moderno sono fabbricati con plastica o acciaio e hanno delle forme asimmetriche, quasi spaziali, ma con la caratteristica che possono aprirsi e chiudersi  per regolare l’intensità della luce. Chi invece ci tiene alla presentazione classica, il trend sono i lampadari in cristallo o a più bracci, magari colorati.