In Russia spopola la cucina italiana

0

Secondo un recente sondaggio di Skyscanner Russia, il 38% dei russi ha espressamente dichiarato di preferire la cucina italica rispetto a quelle di tutto il mondo.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Cucina italiana amata dai russi

La Russia ama la cucina italiana nonostante sia lontana dal Belpaese, geograficamente e culturalmente parlando. L’analisi condotta da Skyscanner Russia, il noto motore di ricerca internazionale di voli, ha l’obiettivo di individuare quale tra le gastronomie internazionali fosse la più apprezzata da un campione di 500 viaggiatori russi.

Contro ogni aspettativa, la cucina italiana si è aggiudicata la vetta della classifica. Un risultato inaspettato, nonostante l’Italia rappresenta uno degli Stati con la maggiore biodiversità culinaria al mondo insieme al Perù, ma si è considerato il fatto che nella nazione di Putin i prodotti agroalimentari e la cultura a tavola sono molto differenti da quelli italici.

Nella terra dell’Armata Rossa si mangiano spesso le zuppe di tuberi, ovvero patate o barbabietole condite con panna acida; il pesce, storione e aringa in modo assiduo, preparato marinato o cotto; il pane nero e dolci a base di frutta e miele. Immancabile il tè da accompagnare alle ricette dolci e salate, piccoli antipasti con pani differenti e la famosa vodka ad accompagnare il pasto.

Piatti italiani preferiti dai russi

Secondo il sondaggio, i piatti preferiti in Russia sono le lasagne alla parmigiana, il gelato e il tiramisù. Il dato sorprendente è che i russi dimostrano di apprezzare non solo le ricette più famose bensì la cucina locale e i piatti meno noti. Oltre alle pietanze, viene molto apprezzato il vino, tanto che il mercato russo copre un 28% del settore vitivinicolo italico e il più venduto nella Federazione Russa.

Un dato significativo che ogni persona esperta in Restaurant Business Coaching (https://www.restaurant-business-coaching.com/ ) dovrebbe conoscere o saper analizzare. I russi sono sempre stati amanti dell’Italia e molti hanno la possibilità di fare le ferie qui, girando per il Belpaese e assaggiando anche pietanze regionali poco note oltre il confine, apprezzandole. Il settore hospitality si è evoluto e aperto a diversi mercati, ovvero quello russo e anche quello cinese. Sono molto noti i percorsi di gusto per i russi rivolti alla vera cucina tradizionale italiana e regionale, con tutte le sue sfumature. Per questo motivo, chi ha un locale in una località turistica o in una grande città dovrebbe saper creare delle attività di marketing digitale e non rivolti alla clientela internazionale.

Turismo italiano, ripartire dal food?

Il cliente tipo dalla Russia arriva in Italia prima delle festività natalizie e ritorna in patria dopo il Natale ortodosso, fra l’8 gennaio e la seconda settimana di gennaio. Di solito poi i cittadini russi frequentano l’Italia nei mesi invernali nelle principali località sciistiche. L’estate è il periodo di maggior affluenza e la clientela russa vuole alloggiare e visitare nelle principali località balneari della Penisola.

Ma i russi non si soffermano solo alla cucina italica: il sondaggio rivela che anche la cucina georgiana viene molto apprezzata, seguita da quella thailandese, greca, cinese, giapponese e francese. La cultura culinaria spagnola, messicana e araba, invece, rientrano tra gli ultimi posti. Dati che servono per l’incremento turistico italiano. Nonostante l’ampia offerta culinaria e culturale, l’Italia è quinta in classifica in base al numero di turisti all’anno. La rinascita del turismo è la gastronomia?

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS