Incendio di Londra, fine della speranza: Gloria e Marco sono morti

Londra strage Grenfell Tower: dodici morti, tra i dispersi anche due ragazzi italiani

Le speranze degli italiani sono finite con la telefonata della Farnesina: Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i due fidanzati italiani di origine veneta rimasti intrappolati nell’incendio della Grenfell Tower a Londra sono nella lista dei morti. L’ufficialità è arrivata nel tardo pomeriggio di ieri, rispettivamente a Camposampiero (PD) e San Stino di Livenza (VE) ed è stato l’avvocato della famiglia Trevisan, Maria Cristina Sandrin, a comunicarlo alla stampa. E da quando la notizia si è diffusa, su Facebook si è scatenata la rabbia per il tragico epilogo di Gloria e Marco, soprattutto perché hanno trovato la morte in un Paese straniero solo per un lavoro e una vita migliore, due cose che nel Belpaese sono diventate un miraggio per i giovani.

Gloria e Marco sono morti nel devastante incendio di Londra: la famiglia chiede che ora i microfoni e le telecamere si spengano per rispettare il dolore di due famiglie che hanno perso i loro figli che per lavorare sono andati all’estero dove sono riusciti a costruire un piccolo nido d’amore. La Farnesina ha rivelato che per le autorità britanniche ci sono poche speranze di trovare superstiti e che la lista dei dispersi è diventata la lista delle vittime, e i due fidanzati risultano in questo elenco.

La speranza è diventata flebile giorno dopo giorno e già da ieri i pompieri di Londra hanno confermato che non c’erano possibilità di trovare tra le macerie persone vive. Marco e Gloria, 27e 28 anni, entrambi architetti, abitavano al 23esimo piano del grattacielo di North Kensington, ovvero il penultimo piano di quella torre maledetta e quella tragica notte hanno capito subito che per loro si sarebbe trasformata in un trappola mortale. L’ultima telefonata è stata per i genitori, una straziante diretta disperata in cui sentivano la loro paura per le fiamme che si avvicinavano velocemente e gli ultimi saluti, Gloria Trevisan, li ha voluti riservare alla mamma, dicendole grazie per tutto quello che ha fatto per lei.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*