Latte di scarafaggio scoperta: meglio del latte di mucca

0
Latte di scarafaggio scoperta: meglio del latte di mucca

Negli ultimi anni si è amplificata la voglia di noi “umani” di cercare cibi nutrienti andando oltre quello che conosciamo. Un esempio pratico per capire quanto stiamo dicendo è rappresentato dalle pietanze realizzate con insetti e altro ricavato sempre da questi. Oggi parleremo del latte di scarafaggio scoperta: secondo alcuni nutrizionisti, sarebbe meglio del latte di mucca in quanto più nutriente.

Lette di mucca benefici

L’argomento alimentazione senza ombra di dubbio è davvero molto vasto. Quali sono gli alimenti più nutrienti che ci aiutano nella nostra quotidianità? Nella lista degli alimenti indispensabili troviamo, senza ombra di dubbio, il latte. Questo, secondo molti nutrizionisti, deve essere assunto con giuste dosi che non vanno a intaccare il nostro metabolismo, un occhio di riguardo va appunto a coloro che fanno fatica a digerirlo. Il latte di mucca benefici sono davvero molteplici, dato che questo va a ristabilire la nostra flora batterica e apporta al nostro corpo la quantità necessaria della vitamina D, alias il calcio, ma non solo… Il latte di mucca è considerato fondamentale anche nella crescita dei bambini. Riuscite, dunque, a immaginare un alimento più nutriente di questo?

Latte di scarafaggio esiste davvero?

In queste ultime ore i vari magazine stanno raccontando una grande scoperta avvenuta in campo scientifico nutrizionale: il latte di scarafaggio esiste davvero? Nonostante la notizia suoni in parte disgustosa, la risposta a questa domanda è “Si”, ma non solo. Il latte di scarafaggio, secondo quanto dichiarato nel corso delle ultime ore, sarebbe inoltre molto più nutriente di quello di mucca essendo ricco di proteine, grassi e zuccheri. All’interno del latte di scarafaggio, inoltre, è possibile trovare anche i cristalli di proteine che riescono ad apportare al corpo una forza energetica maggiore rispetto anche al latte d’asina.

Come viene ricavato il latte di scarafaggio?

Nel momento in cui parliamo di “latte” la prima immagine che si palesa nella nostra mente è quella della mungitura, un qualcosa che diventa quasi impossibile da fare se rapportata appunto ad uno scarafaggio. Comunque sia tranquilli, perché gli scienziati hanno già pensato a tutto e a breve potremmo già trovare la particolare bevanda nei nostri supermercati. Il latte di scarafaggio infatti può essere riprodotto in laboratorio, attraverso l’isolamento della proteina in questione per poi essere trasferita nelle vasche microbiologiche. Indovinello del giorno: quanti scarafaggi ci vorranno realizzare un litro di latte?