Lino Banfi: il messaggio dell’attore dopo la morte di Paolo Villaggio

Lino Banfi Villaggio

La morte di Paolo Villaggio ha sconvolto tutti. Tra le tante personalità vicine all’attore e scrittore genovese, anche Lino Banfi ha voluto ricordare il collega con cui ha lavorato e collaborato in alcuni film.

Lino Banfi ricorda l’amico Paolo Villaggio

Non solo Anna Mazzamauro e tanti altri colleghi di Paolo Villaggio. Anche Lino Banfi, amico fraterno dell’attore genovese, lo ha voluto ricordare con un messaggio che in parte ha fatto preoccupare anche i fan per le sue condizioni di salute.

I due attori comici hanno collaborato insieme a ben otto film, tra cui ricordiamo anche il più famoso è stato “Fracchia, la belva umana”. Nel messaggio dedicato all’amico scomparso, invece, Lino Banfi fa riferimento ad un altro film che ha visto entrambi protagonisti, “Com’è dura l’avventura”, diretto nel 1987 da Flavio Mogherini.

Ecco il messaggio scritto e condiviso da Lino Banfi, in ricordo di Paolo Villaggio: “Caro Paolo l’avventura comincia ad essere dura anche per me. Insieme abbiamo fatto ridere tutta l’Italia. Ora tu prepara il set per far ridere anche quelli lassù, poi ci vediamo, ma senza fretta…ah hai gia’ cominciato? …condinua condinua!!”.

Parole che hanno destato anche un po’ di preoccupazione nei fan dell’attore pugliese per via delle sue condizioni di salute. Tanto che poi lo stesso Lino Banfi è stato ricoperto di messaggi di vicinanza e incoraggiamento da parte di diverse persone. Come si può leggere nelle poche righe scritte da Banfi, si può notare che si tratta di un messaggio in grado di far commuovere e al tempo stesso far divertire, come erano abituati a fare nei loro film.

I messaggi di cordoglio per la morte di Paolo Villaggio

Come già accennato in precedenza, quello di Lino Banfi è stato uno degli ultimi messaggi in ricordo di Paolo Villaggio, scomparso nella mattinata di ieri a causa di problemi di diabete.

Tra i tanti messaggi, c’è stato anche quello del Premier Gentiloni, che ha scritto: “Ricordo Paolo Villaggio talento comico straordinario ha insegnato a generazioni di italiani a riconoscere i propri tic”.

A proposito di Premier, anche Matteo Renzi ha voluto ricordare il comico genovese, con un post scritto sul suo profilo Facebook ufficiale: “Alzi la mano chi non ha mai riso, sofferto, pensato davanti a un suo personaggio, davanti a una delle sue battute o dei suoi personaggi. Nessuno, non alza la mano nessuno. Perché Paolo Villaggio è stato capace di questo: portare il proprio talento in casa di tutti gli italiani, anche di quelli che non lo amavano troppo. Questo significa secondo me essere un artista straordinario e per questo, quando sei ai titoli di coda, puoi solo dire grazie, senza retorica”

LE EXTENSION MAGNETICHE PER CIGLIA CHE NON HANNO BISOGNO DI COLLA O ADESIVI

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*