Mal di testa e alimentazione: 5 cibi da evitare, il consiglio degli esperti

Mal di testa e alimentazione 5 cibi da evitare, il consiglio degli esperti

Uno dei disturbi più comuni ma anche più frequenti per piccoli e grandi è il mal di testa. Si tratta di una sensazione fastidiosa che può presentarsi in varie forme e soprattutto in lievi o gravi entità, arrivando addirittura ad essere perfino invalidante. Per alcuni infatti l’emicrania può provocare disturbi tali da precludere ogni attività lavorativa o a non permettere a chi ne soffre di concentrarsi anche sulle piccole cose. Come rimediare allora al problema? Esistono, come sappiamo, vari prodotti farmaceutici in circolazione idonei ad alleviare il dolore, i quali agiscono chiaramente in un momento ormai patologico del mal di testa. Oggi invece vogliamo parlarvi di un “rimedio naturale” che mira più alla prevenzione del mal di testa che alla stessa cura. Si tratta infatti del consiglio degli esperti rivolto soprattutto a coloro che soffrono costantemente o molto frequentemente di mal di testa. Il tutto a testimonianza della stretta correlazione che sussiste tra quest’ultimo disturbo e la stessa alimentazione.

A detta degli esperti, esistono infatti ben 5 cibi da evitare per prevenire o semplicemente evitare di imbattersi in un più fastidioso mal di testa. Uno di questi, come intuibile, è certamente il caffé: si tratta ovviamente di uno degli alimenti più consumati nel corso delle giornata da chi, per esempio, è sottoposto a stressanti orari di lavoro, eppure il suo consumo eccessivo o interrotto d’improvviso dopo una abituale assunzione potrebbe essere causa di continui mal di testa. Tra i 5 cibi da evitare nella propria alimentazione vi sono poi: i glutammato monosodico dei dadi, tipico della cucina cinese; i nitriti contenuti all’interno di salumi e insaccati vari; l’alcol se assunto in quantità eccessive o, al contrario se non si è abituati ad assumerlo con una certa cadenza; ed infine, su consiglio degli esperti, da evitare anche il glutine per coloro che sono celiaci.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*