Mariana muore a 18 giorni per meningite: virus trasmesso da un bacio

Mariana muore a 18 giorni per meningite: virus trasmesso da un bacio

Contrae la meningite a pochi giorni dal parto a causa dell’herpes, la madre invita a non far baciare i propri figli

La piccola Mariana è morta a soli 18 giorni di vita a causa di un bacio. La storia arriva dagli Stati Uniti e ha fatto il giro del mondo perché è davvero assurda. Il parente o l’amico che ha dato un bacio alla neonata aveva l’herpes e si è ammalata di meningite. La madre Nicole Sifrit ha raccontato su Facebook cosa è successo e spera che di poter salvare la vita di tantissimi neonati. Quando le mamme vietano di avvicinarsi ai bambini non lo fanno per ‘gelosia’ ma per ‘senso di protezione’.

Mariana ha lottato con tutte le sue forze, ma ha vinto la meningite (tipo HSV1). I medici sono convinti che il virus sia stato trasmesso da qualcuno che è andata a trovarla e che l’ha baciata. La bambina era nata il 1° luglio e la settimana dopo i genitori si sono sposati, in quello stesso giorno si sono accorti che Mariana non stava bene, non mangiava e non rispondeva nemmeno alle sollecitazioni. Hanno abbandonato il ricevimento e sono corsi in ospedale dove scoperto la terribile verità: Mariana aveva la meningite. I genitori sono risultati negativi al test del virus e chi si è avvicinato per dare un bacio alla bambina lo ‘nascondeva’ nell’herpes.

Si può morire per un bacio? Il caso di Mariana è rarissimo

«Non lasciate che nessuno baci i vostri figli appena nati, teneteli isolati e non fateli toccare da chiunque» ha scritto Nicole Sifrit. Nonostante le trasfusioni di sangue la situazione di Mariana è degenerata in brevissimo tempo. La meningite e l’encefalite sono causate da batteri, funghi, germi e virus di varia natura. In particolare all’origine dell’encefalite HSV-1, c’è il virus dell’herpes simplex. Il virologo Fabrizio Pregliasco intervenuto sul Corriere della Sera ha spiegato che nel caso della bambina, la situazione è degenerata perché appena nata e quindi più esposta al contagio. Questo tipo di encefaliti sono rarissime, e si è trattato di un caso davvero sfortunato che deve invitare i genitori ad avere ancora più cura nel proteggere i neonati dai pericoli a cui sono esposti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*