Meningite alle Isole Eolie, ricoverato giovane di Milazzo

0
meningite

Ha accusato il malore dopo una serata in discoteca: era in vacanza a Vulcano e Lipari

Meningite da meningococco alle Isole Eolie

C’è un caso di meningite alle Isole Eolie. Si tratta di un giovane di Milazzo di 24 anni, in vacanza a Vulcano e Lipari. È stato segnalato dalla guardia medica di Vulcano e successivamente confermato dai medici dell’ospedale Papardo di Messina dove è ricoverato. Il giovane da Vulcano si era trasferito a Lipari dove aveva trascorso una serata in discoteca e, al rientro nell’isola, ha accusato il malore. Per la guardia medica la diagnosi era stata sospetta meningite, ma per ulteriori accertamenti aveva consigliato il trasferimento al nosocomio messinese. L’equipe di patologia clinica è arrivata la conferma dell’infezione da meningococco.

Meningite in Sicilia, scatta la profilassi preventiva

Per il momento, l’Ansa riporta solamente le iniziali del giovane 24enne di Milazzo: si tratta di G.M., in Vacanza a Vulcano. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il giovane si è sentito male dopo una serata in discoteca di Lipari. Giunto a casa ha accusato i sintomi tipici ed è corso al Pronto Soccorso dell’Ospedale Fogliani di Milazzo. Il personale medico, viste le condizioni serie e il sospetto di meningite, è stato trasferito all’Ospedale Papardo di Messina dove è stata confermata la diagnosi: meningite causata dal batterio meningococco. Una volta accertata la presenza dell’infezione sono scattate le misure di profilassi previste in questo tipo di casi, contattando coloro che sono venuti in contatto con il giovane.

Meningite, la situazione in Italia

In Sicilia, secondo i dati di Epicentro, ovvero il portale dell’Istituto Superiore di Sanità, nel 2016 ci sono stati in tutto 6 casi. Di questi, cinque erano da pneumococco e uno da meningococco. Sempre nel 2016, che è l’ultimo anno con dati consolidati ma parziali, in Italia, nel totale sono stati segnalati 1.462 casi di malattia invasiva da Streptococcus pneumoniae (ovvero pneumococco), 232 da Neisseria meningitidis (meningococco) e 140 da Haemophilus influenzae (emofilo).  E nel frattempo si indaga per scoprire l’origine dell’infezione da meningite del giovane originario di Milazzo. Le sue condizioni, al momento, sono serie ma non sarebbe in pericolo di vita.