MES, Conte contro Salvini e Meloni: “Le loro sono menzogne”

0
Conte MES, attacco a Salvini e Meloni, Coronavirus

E’ stato piuttosto significativo l’attacco di Giuseppe Conte ai due leader dell’opposizione, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, che nelle ultime ore hanno realizzato diverse dichiarazioni riguardanti la questione MES, ampiamente dibattuta dopo il confronto europeo che ha portato ad una prima bozza di approvazione del fondo salva-Stati. Il Premier, che aveva già annunciato una conferenza stampa in cui avrebbe dibattuto del tema, accompagnandolo a quella ufficiale proroga delle misure di sicurezza fino al 4 maggio del 2020, si è scagliato contro i leader della Lega e di Fratelli d’Italia, rei – a suo dire – di aver diffuso fake news in merito all’approvazione e adozione dell’Italia dello strumento fortemente osteggiato dalla politica italiana. Nel dettaglio le dichiarazioni di tutte le parti in causa.

Le dichiarazioni di Giuseppe Conte in conferenza stampa

In una conferenza stampa piuttosto attesa, in cui il Premier aveva già annunciato di discutere circa la proroga delle misure di sicurezza e della questione del MES protagonista di profonde e significative polemiche, Giuseppe Conte si è duramente scagliato contro i leader dell’opposizione Matteo Salvini e Giorgia Meloni. I leader di Lega e Fratelli d’Italia hanno rilasciato, nelle ultime ore, diverse dichiarazioni all’interno delle quali denunciavano la decisione governativa di approvare il MES in sede europea, chiedendo a gran voce un intervento di disapprovazione da parte del Parlamento pena la sfiducia al governo.

Nelle ultime ore, il Premier aveva già annunciato su Twitter un intervento in merito: Io ho una sola parola: la mia posizione e quella del Governo sul #MES non è mai cambiata e mai cambierà. Più tardi in conferenza stampa vi aggiornerò su questo e su altre importanti questioni che riguardano il nostro Paese. A più tardi. 

In una conferenza stampa piuttosto attesa, e che inizialmente era stata programmata – secondo voci di corridoio mai confermate – intorno alle 14 del 10 aprile 2020, Conte ha avuto modo di ribadire fermamente le sue considerazioni, spiegando: «L’Italia non ritiene il Mes adeguato a quest’emergenza. La nostra principale battaglia è quella di un fondo finanziato con gli Eurobond […] è necessario che ci sia una potenza di fuoco proporzionata. Il fondo deve essere disponibile subito», ribadendo fermamente la convinzione che lo strumento adeguato sia rappresentato dagli Eurobond. E su Salvini e Meloni, secondo quanto riportato dal Corriere: «Il Mes esiste dal 2012, non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre: guarda in faccia gli italiani e parla con chiarezza. Queste menzogne fanno male: non rischiano di indebolire Giuseppe Conte, o il governo, ma l’intera Italia: quello che stiamo gestendo è un negoziato difficilissimo».

Poi ha concluso: «Nel 2012 c’era un governo di centrodestra, se non ricordo male la Meloni era ministra. Se il Mes è una trappola, non è stata fatta da questo governo, è stato ratificato da un Parlamento dove io non c’ero e non c’erano altre forze politiche che dovrebbero assumersi le proprie responsabilità».

La risposta di Matteo Salvini su Facebook

Non si è fatta attendere la risposta di Matteo Salvini su Facebook. Il leader della Lega ha subito replicato alle dichiarazioni del Premier Conte, denunciando il suo utilizzo della rete televisiva come veicolo di propaganda, assoggettabile ad una manovra tipica da Unione Sovietica. Il post di Matteo Salvini su Facebook è divenuto presto oggetto di una miriade di commenti (favorevoli e contrari) e condivisioni.

Questo il suo contenuto: USARE la tivù di Stato per dire falsità e fare un comizio contro Salvini e contro le opposizioni è roba da REGIME, roba da Unione Sovietica.
Perché non hanno bloccato il MES? Perché il PD vuole la tassa patrimoniale? Perché i 5Stelle vogliono ancora bloccare la TAV? Perché Leu vuole tassare la casa e i risparmi degli italiani? Dov’è la cassa integrazione promessa? Quando arrivano davvero i soldi? Che fine ha fatto il blocco dei mutui per chi è in difficoltà? Cosa fanno per aiutare chi non ce la fa a pagare affitti, rate e bollette? Perché non aiutano davvero partite IVA e autonomi? Quando arriveranno i soldi promessi alle imprese? Sempre #colpadisalvini???
Altro che “collaborazione”, che delusione signor Conte.

Le parole di Giorgia Meloni su Facebook

Non è mancata neanche la replica di Giorgia Meloni su Facebook. La leader di Fratelli d’Italia, sulla scia di quanto affermato dal leader della Lega, ha realizzato un post all’interno del quale non si è limitata a denunciare le dichiarazioni del Premier Conte, ma ha anche invocato un intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Queste le parole di Giorgia Meloni su Facebook: Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte indice una conferenza stampa pochi minuti prima dell’edizione più vista dei tg, trasmessa in diretta sulla prima rete del servizio pubblico, per accusare l’opposizione di dire menzogne, senza possibilità di replica e senza contraddittorio. Credo non si sia mai vista una cosa del genere nella storia della democrazia, e la dice lunga sulla tracotanza di questo governo. Mi aspetto che la RAI mi dia possibilità di replica alla stessa ora, con lo stesso tempo e con la stessa visibilità. Il Presidente della Repubblica Mattarella non ha nulla da dire su questi metodi degni di un regime totalitario?

La stessa Meloni, in una condivisione successiva, ha realizzato un video dello stesso tenore e titolato con “BENVENUTI IN COREA DEL NORD”.