Microsoft compra GitHub: oggi previsto l’annuncio

0

La notizia deve ancora essere confermata prima, ufficializzata poi. Microsoft compra GitHub, un servizio di hosting per progetti software che era alla ricerca di un CEO (oltre che di una nuova strategia per fare profitto). L’annuncio dell’acquisizione potrebbe arrivare oggi stesso: GitHub, a cui molte aziende (tra cui la stessa Microsoft) si erano appoggiate negli anni, nel 2015 fu valutata 2 miliardi. Non sono chiari i dettagli dell’accordo, ma la cifra dovrebbe essere esorbitante. A riportare la notizia è stato Bloomberg, multinazionale newyorkese attiva nel settore dei mass media.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Microsoft compra GitHub: l’indiscrezione di Bloomberg

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Microsoft avebbe deciso di acquisire GitHub, importantissimo servizio di hosting per progetti software che, negli anni, è stato molto importante anche come punto di riferimento di molte aziende, tra cui Microsoft stessa. I dettagli dell’acquisizione non sono molto chiari: non si conoscono i termini nè si ha la completa certezza (anche se tutto dovrebbe essere in dirittura di arrivo) che questa acquisizione ci sia effettivamente. Per la risoluzione di ogni dubbio in merito, c’è da aspettare l’annuncio, che secondo le stesse indicreazioni dovrebbe esserci oggi stesso.

GitHub, che ospita (attualmente) 27 milioni di sviluppatori che lavorano su 80 milioni di progetti software, era da tempo alla ricerca di una figura importante per quanto riguarda il CEO, oltre che di un piano innovativo che potesse portare il servizio stesso a fare profitto. Microsoft appare dunque essere il profilo ideale: dopo iniziali corteggiamenti, alla fine l’accordo dovrebbe farsi, a vantaggio di entrambe le parti.

Perchè GitHub ha scelto proprio Microsoft

Di profili che potessero soddisfare le richieste di GitHub ce ne sono sicuramente, ma c’è un motivo per cui GitHub ha scelto proprio Microsoft. Innanzitutto, quest’ultimo è uno dei più grandi sostenitori di GitHub stesso: negli anni già sono state tante le collaborazioni e, insomma, un eventuale accordo non snaturerebbe nessuna delle due parti, ma accrescerebbe la qualità e il profitto di entrambe. Microsoft, più che altre aziende, è in grado di dare garanzie a GitHub, oltre che rispettare la filosofia che sta alla base del servizio stesso.

Ruolo fondamentale è, nell’accordo, anche quello di Satya Nadella, CEO di Microsoft che – negli anni – si è distinto per qualità e professionalità, rispettando, di fatto, tutti i requisiti di GitHub. Nadella, da quando è alla guida di Microsoft, ha sempre fatto sua la filosofia opensource, portando Ubuntu su Windows 10 e trasformando i codici di PowerShell, Visual Studio e JavaScript per Microsoft Edge. Nonostante tutto sembri essere, almeno nelle intenzioni, così idilliaco, l’accordo non convince tutti i sostenitori di GitHub: se Microsoft compra GitHub, infatti, si rischia che GitHub stessa possa rinnegare le basi su cui si è fondata e, negli anni, sviluppata.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.