Mozzarelle sequestrate a Firenze, trovai aghi nei latticini

Mozzarelle sequestrate a Firenze, trovai aghi nei latticini

Se vuoi trovare un ago in un pagliaio, è cosa estremamente complicata, roba da folli. Se vuoi trovarle in una mozzarella è una cosa impensabile, ma una ragazza oggi ne ha trovati ben 2 e la sua accortezza, gli ha evitato dei guai. Cosa sarebbe successo se li avesse ingeriti?

Aghi trovati in una mozzarella

Il fatto è successo a Firenze ad una studentessa di 23 anni di origini pugliesi, che dopo aver trovato 2 aghi da cucire in una mozzarella, mentre si stava apprestando a mangiarla, ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Campo di Marte. L’alimento era stato acquistato dalla studentessa pugliese qualche ora prima in un supermercato della zona.

Mozzarelle sequestrate all’Esselunga

Il lotto di cui fa parte la mozzarella interessato riguarda 3.840 mozzarelle, prodotte dalla ditta Mukki, azienda toscana, nello stabilimento di Novoli. Di queste 600 erano state distribuite alla catena Esselunga e sono state già ritirate dal commercio. Le restanti 3.240 mozzarelle sono state distribuite ad altri rivenditori e sono state richiamate per il ritiro dal mercato. I militari, infatti, hanno sequestrato la mozzarella e hanno subito avvertito il supermercato nel quale era stata acquistata e a scopo cautelativo, le autorità è stato già predisposto il ritiro dell’intero lotto.

Indagini per il marchio Mukki

La confezione della mozzarella, dentro la quale sono stati trovati due aghi da cucire, non presentava buchi. I militari dell’arma hanno cominciato l’attività di indagine, che sono tutt’ora in corso, a cui partecipano anche i Nas (Nucleo Anti Sofisticazioni), per verificare la segnalazione. Il lotto di mozzarelle Mukki sequestrato, pare, secondo una prima ricostruzione dei fatti da parte dei militari, che non sia stato prodotto nello stabilimento fiorentino della Centrale del Latte, ma da un altro produttore. Ad affermarlo sono state delle fonti dell’azienda produttrice della mozzarella, secondo cui, appunto, la produzione di mozzarelle con il marchio Mukki è affidata a ditte esterne.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.