Mutui ancora in crescita ma un terzo di questi sono costituiti da surroghe

Due dati su tutti motivano il trend positivo dell’accensione di mutui: il primo è certamente la condizione favorevole conseguente all’azzeramento del costo del denaro da parte della BCE che si riflette in un calo dei tassi di interesse anche sui mutui, ma questo effetto sarebbe quasi neutralizzato se i prezzi degli immobili non fossero tanto calati in questo periodo. Infatti, prima ancora che calassero in modo così marcato i tassi d’interesse, nel corso del 2015 i mutui d’acquisto hanno registrato un incremento del 24,9%.

La tendenza all’aumento del numero dei mutui si è confermata anche nel primo trimestre dell’anno in corso, con un +38,3% rispetto al pari periodo precedente. Questo incremento deciso è da riferirsi al calo dei tassi. Una sostanziosa parte dei mutui, però, circa un terzo, è costituito da surroghe, quindi non indicativo di positività di mercato ma solo di una ricerca di risparmio delle famiglie che approfittano di migliori condizioni per abbassare la rata.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*