Nobel per la letteratura: quest’anno il premio non verrà assegnato

lettera35.it_Nobel_letteratura

Il Premio Nobel per la letteratura quest’anno pare che non verrà assegnato a nessuno, ma non perché non vi siano dei meritevoli a riceverlo, ma bensì perché la commissione svedese dell’Accademia che si occupa di assegnare questo prestigioso riconoscimento sta vivendo una serie di eventi abbastanza turbolenti che hanno per cosi dire decimato le fila della commissione stessa.

Membri a vita senza sostituzioni

La vicenda è abbastanza complessa, in parte per il rigido regolamento della commissione e in parte per via degli scandali venuti alla luce in merito a presunte molestie sessuali a carico del marito di un membro della commissione; in pratica il fotografo Jean-Claude Arnault, personaggio noto nell’ambiente culturale del Paese e consorte  della poetessa Katarina Frostenson, che è uno dei membri dell’Accademia svedese da ben 26 anni; si vide accusare pubblicamente a novembre del 2017 dal quotidiano svedese Dagens Nyheter di molestie sessuali nei confronti di 18 donne, delle quali vennero pubblicate anche le foto, inoltre venne alla luce il dettaglio che alcune di queste donne erano parenti o mogli di altri membri della commissione. Nel dicembre dello stesso anno la polizia locale indagò sulla vicenda ma le indagini a marzo furono archiviate poiché i fatti denunciati risalivano a un periodo troppo indietro nel tempo.

Finanziamenti sospesi

La commissione infine dopo tutti questi mesi durante i quali i fatti erano stati messi al vaglio,  non solo ha sospeso un finanziamento di circa 13mila euro annui proprio ad Arnault e Frostenson per il loro centro culturale chiamato Forum, ma ha anche preso la decisione definitiva di rimandare l’assegnazione del Nobel al 2019, il prossimo anno verranno effettuate due premiazioni anziché una soltanto. Il provvedimento nasce dal fatto che ben sei membri della commissione hanno dato le dimissioni a causa dell’incresciosa pubblicità che si è abbattuta sull’Accademia, e con sei votanti mancanti la commissione non può esprimere la sua scelta e assegnare il premio. Da sottolineare che le suddette dimissioni hanno un valore relativo poiché il già citato rigido regolamento dell’Accademia prevede che la carica sia ricoperta a vita.

 

Informazioni su Giusy Ragni 16 Articoli
Web editor, scrittrice freelance e disegnatrice milanese ma romana d’adozione, ha al suo attivo svariate collaborazioni per siti e personaggi famosi, oltre alla pubblicazione di un libro; significativa esperienza di lavoro in rete e capo amministratore per oltre dieci anni di un portale sull’immaginario collettivo, è un nome noto del web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*