Occhio bionico: creato dispositivo in grado di mettere a fuoco la vista

Come Aumentare il Seno naturalmente.CLICCA per Info!

La ricerca ha raggiunto la creazione dell’occhio bionico in grado di rivoluzionare la scienza e la medicina, donando qualche speranza in più a chi la vista purtroppo non ce l’ha.

I ricercatori della Harvard John A. Paulson School of Engineering and Applied Sciences hanno dato forma ad un occhio artificiale piatto, che viene controllato in maniera elettronica.

Occhio bionico, la creazione

L’occhio bionico è costituito, secondo quanto è stato spiegato su “Science Advances”, da un sistema adattivo con metalenti in silicone, questi ultimi molto più sottili di un foglio di carta e dalla leggerezza unica.

Il marchingegno è stato montato su un polimero trasparente, senza elettrodi. L’occhio artificiale permette una messa a fuoco, un controllo dell’astigmatismo e persino lo spostamento dell’immagine.

Occhio bionico, quando l’innovazione tecnologica favorisce la medicina

Alan She, primo autore dell’articolo sulla rivista scientifica, ha spiegato che “Questa ricerca combina le innovazioni nella tecnologia dei muscoli artificiali con le metalenti per creare un dispositivo che cambia focus in tempo reale, proprio come l’occhio umano. Facciamo un ulteriore passo in avanti per costruire la capacità di correggere dinamicamente aberrazioni come l’astigmatismo e lo spostamento dell’immagine, cose che l’occhio umano non può fare“.

Per quanto riguarda in campo scientifici si dicono tutti esterrefatti, tanto che il fisico italiano Federico Capasso, docente alla Harvard University ed autore senior dello studio ha affermato che “Questo dimostra la fattibilità dello zoom ottico incorporato e dell’autofocus per una vasta gamma di applicazioni. Mostra anche la possibilità di futuri microscopi ottici che funzionino completamente elettronicamente, in grado di correggere molte aberrazioni simultaneamente“.

Informazioni su Alessia D’Anna 473 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*