Pipì di cane in spiaggia: bimba di 18 mesi rischia l’amputazione dell’alluce

alluce

La causa è una brutta infezione

La pipì di cane può essere fatale per la salute: ne sa qualcosa una bambina di 18 mesi che sta rischiando l’amputazione dell’alluce. La piccola, secondo fonte Leggo.it che a sua volta ha preso dal magazine britannico Metro, si era recata con i suoi genitori ad Androssan, una cittadina nel nord dello Ayrshire, nella parte meridionale della Scozia, e avrebbe contratto una infezione al piede.

In pratica, subito dopo aver fatto il bagnetto in mare, la madre della bambina si è accorta di uno strano gonfiore nell’alluce di sua figlia, simile a una puntura di medusa. Pensando che la bimba fosse rimasta vittima dei tentacoli del famigerato invertebrato e constatato che la febbre era molto alta, i genitori hanno deciso di trasportarla immediatamente in ospedale per le prime cure. Questa, che sembra un’azione semplice e logica, ha permesso di salvare la vita della loro figlia.

Rischio amputazione alluce per pipì di cane

Ma i medici hanno constatato che non si trattava né di un morso di insetto, né di ustioni da medusa: si tratta di una infezione causata da contatto con sostanze chimiche urticanti, riscontrabili nell’urina dei cani. Probabilmente, qualche padrone ha portato la sua bestiola a correre in spiaggia, non curandosi che persone sensibili come una bambina di 18 mesi potesse rischiare di perdere un alluce. Per fortuna, gli esperti hanno deciso di rimuovere il tessuto infetto al fine di evitare il rischio di amputare: la tempestività di intervento dei genitori ha permesso ai dottori di salvare il piede della piccola e intervenire sulle necrosi senza una operazione drastica. La mamma, però, ha lanciato un appello ai proprietari di animali domestici, ovvero di prestare più attenzione a dove i loro cani fanno i loro bisogni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*