Ponte Sant’Ambrogio e Immacolata, cosa fare a Milano

PELLE RIGENERATA IN 4 SETTIMANE con SIERO EXTRA LIFT BARO COSMETICS

Storia e origini della festività del patrono milanese e gli eventi in città per l’8 dicembre.

Sant’Ambrogio, storia e origini della festività

Sembra incredibile, ma il santo protettore di Milano è nato nel 339 a Treviri ed è morto nel 397 a Milano. Era figlio del prefetto della Gallia, ma studiò a Roma per intraprendere la carriera amministrativa. Fu governatore di Liguria ed Emilia, con sede a Milano. Così, quel 7 dicembre dell’anno 373, in cui cattolici e ariani si contendevano il diritto di nominare il nuovo Vescovo dopo morte del vescovo Aussenzio, toccava a lui garantire in città l’ordine pubblico, e impedire che scoppiassero tumulti. Ambrogio parlò alla folla e, benché era solo catecumeno in attesa di battesimo, fu proclamato successore del vescovo. Milano a quell’epoca non era certo la capitale del Business e del Bitcoin Code, però era la capitale dell’Impero. Sotto la sua guida, represse duramente i culti pagani e richiamò con successo ai doveri di cristiani l’imperatore Valentiniano II e Teodosio il Grande. E’ grazie a lui che la Chiesa di Milano conserva una impronta diversa dalla Chiesa di Roma in campo liturgico e musicale , anche se le origini del Rito Ambrosiano sono antecedenti al Santo, benché abbia una durata e delle caratteristiche alquanto diverse rispetto al Rito Romano. Mantenne stretti e buoni rapporti con l’imperatore, ma era capace di resistergli quand’era necessario, ricordando a tutti che l’Imperatore è dentro la Chiesa, non sopra la Chiesa. Dopo la sua morte, nel 397 a.C., il corpo venne sepolto nella chiesa che fu poi rinominata Basilica di Sant’Ambrogio, dove è conservato tuttora insieme ai santi Gervasio e Protasio, ritrovate proprio da Ambrogio. Per questo, la Festa di Sant’Ambrogio a Milano è celebrata in pompa magna , con manifestazioni di carattere religioso, popolare, culturale Il giorno di Sant’Ambrogio, molti degli abitanti del capoluogo lombardo si recano alla Messa in onore del santo patrono, che si celebra dall’Arcivescovo di Milano presso la sua basilica.

Milano Eventi per Immacolata e Sant’Ambrogio

Oltre alla Messa in onore del santo celebrata dall’Arcivescovo, un evento che caratterizza questo particolare ponte si chiama fiera degli Oh Bej, Oh Bej, evento che chiama a raccolta tutti gli anni turisti e milanesi. Questa manifestazione ha origini che risalgono al 1288, ed ogni anno invadeva le strade intorno alla Basilica di Sant’Ambrogio a quei tempi si svolgeva nei pressi di Santa Maria Maggiore. La manifestazione ha luogo dal 7 all’8 dicembre ed è famosa per la presenza di numerose bancarelle ricche di colori e profumi, che creano un’atmosfera davvero suggestiva. In questi ultimi anni la manifestazione ha trovato una nuova collocazione presso il Castello Sforzesco e i dintorni. Artigianato in Fiera è una grande esposizione che ormai per tradizione si tiene generalmente i primi 15 giorni di dicembre: idee regalo che provengono da tutto il mondo e stand enogastronomici che propongono pietanze nostrane od esotiche. Ogni anno, il Teatro La Scala apre la stagione operistica il 7 dicembre, con un’opera di Verdi.

Panettone Milano per Sant’Ambrogio e Immacolata

La festa di sant’Ambrogio apre ufficialmente alle festività natalizie, e non è Natale se non c’è El panetun, il panettone. Famosissimo ed esportato in tutto il mondo ha una paternità contesa. Due le pasticcerie che si vantano di averlo inventato: la pasticceria Biffi e la pasticceria Cova. Ma la fortuna del dolce ambrosiano arrivò con il pasticcere Angelo Motta che aveva la bottega in via della Chiusa, e che inventò il marchio a forma di M che ricorda la facciata del Duomo, e successivamente con Gioacchino Alemagna. E’ quindi tradizione mangiare questo simbolo milanese proprio durante il 7 e l’8 dicembre.

NON RIMANDARE COME AL SOLITO, LA BELLA STAGIONE SI AVVICINA, CREMA ANTICELLULITE BARO COSMETICS, LA MIGLIORE

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*