Prestiti pensionati INPDAP ultime news: calcolo rata, simulazione preventivo e requisiti finanziamento

Prestiti pensionati INPDAP ultime news

Ormai non si contano più i siti online che offrono prestiti ai pensionati INPDAP per soddisfare ogni tipo di esigenza finanziaria anche se non si è più nel mondo del lavoro perché si è andati in pensione. Finanziamenti che servono per coprire spese ingenti per il matrimonio della propria figlia o per curarsi. La somma erogabile può essere fino a 15mila Euro con 4 mensilità massime rimborsabili fino a 5 anni. Le ultime news sulle modalità di erogazione di questo particolare finanziamento è studiato apposta per sostenere i costi. Richiesta l’erogazione del finanziamento e l’accettazione dell’ente previdenziale, la somma viene trasferita sul conto corrente del pensionato INPDAP. Di seguito, i requisiti per richiedere questo particolare prestito nel 2017, come fare la simulazione di un preventivo e il calcolo rata.

Per richiedere un prestito di questo tipo non si deve essere necessariamente pensionati INPDAP: le ultime news riguardo il finanziamento indicano che è accessibile anche per dipendenti, ex dipendenti e ai pensionati della Pubblica Amministrazione. Per la simulazione del preventivo, non serve nessuna documentazione sulle spese sostenute per un determinato evento: sono presenti diversi siti web che possono erogare importi a condizioni agevolate grazie a determinate convenzioni con tassi fissi irrisori e col pagamento delle rate mediante una piccola trattenuta sulla pensione. Si può simulare un preventivo attraverso la simulazione di calcolo rata, semplicemente digitando la somma da richiedere e in quante rate restituirla. I requisiti per questo tipo di prestito personale non sono tanti, ma sono escluse tutte le pensioni che superano l’importo di 600 Euro e chi riscuote pensione di invalidità, pensione sociale e INAIL.

A chi è riservato questo finanziamento? I prestiti ai pensionati INPDAP sono fruibili anche a pignorati e protestati, perché è sulla pensione che si effettueranno le trattenute. L’offerta INPDAP 2017 consente tre modalità di finanziamento, ovvero piccoli prestiti, pluriennali diretti e pluriennali garantiti. In tutti i casi si tratta di finanziamenti che vengono erogati per fronteggiare eventuali imprevisti che possono sorgere nel corso della vita del pensionato e che non richiedono la presentazione di documenti specifici né serve indicare la finalità della stessa richiesta. L’entità dell’importo varia in relazione alla durata stessa del finanziamento ma anche al profilo del richiedente. Le rate non possono essere inferiori a 12 mensilità e non superare le 48. Il Tan massimo di solito è il 4,2%, ma varia a seconda dell’accorpamento o meno del premio fondo rischi. Per tutte le ultime news sui prestiti pensionati INPDAP, consultare il sito ufficiale dell’ente.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*