Probiotici: più che convenienti sono dannosi

0
Dividere le pillole è pericoloso: i consigli dei medici

Capita spesso alle persone che dopo aver assunto dei comuni antibiotici si ritrovano ad assumere i probiotici. Per chi non lo sapesse sono dei piccoli microrganismi che vengono considerati miracolosi per dare più energia al nostro organismo. Molte sono le persone infatti, a cui vengono somministrati dai medici nella speranza di aumentare il loro microbioma o di far tornare alla normalità l’equilibrio dell’intestino dopo una cura a base antibiotica

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Probiotici dannosi: lo studio

Secondo le nuove scoperte in campo scientifico, può capitare che i probiotici più che essere utili, creino problemi. Anzi, sono pure in grado di causare danni all’interno dell’organismo umano. Questo è quanto emerge dagli studi di alcun ricercatori dell’Istituto Weizmann (Israele) che hanno pubblicato la loro scoperta sulle pagine di Cell in cui hanno tentato di provare il reale funzionamento dei probiotici all’interno del nostro corpo.

Per scoprirlo, l’immunologo Eran Elinav e la sua squadra hanno testato, attraverso endoscopie e colonoscopie, la composizione del microbioma di un gruppo di 15 volontari sani, che hanno ingerito un comune probiotico o un placebo. 

Cosa è emerso dallo studio dei probiotici

Stando ai risultati dello studio, si evince che i microbi contenuti nelle feci esaminate non potevano certo rappresentare quelli che invece avevano creato una colonia intera nell’intestino. Non a caso l’immunologo Elinav spiega così la scoperta: “Affidarsi a campioni fecali come indicatori di ciò che accade all’interno dell’intestino è impreciso e sbagliato”, ci ha tenuto a sottolineare.

Senza poi contare che la ricerca ha dimostrato che mentre i probiotici tendono a invadere l’intero tratto gastrointestinale di alcune persone, il microbioma dell’intestino di altre tendono a liberarsene.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.