Prove test INVALSI 2018, come cambia l’esame di terza media?

Esami di terza media, le novità dal 2018: Invalsi in Inglese e tre scritti
PELLE RIGENERATA IN 4 SETTIMANE con SIERO EXTRA LIFT BARO COSMETICS

Gli studenti ci speravano e ormai è definitivo: cambiano gli esami di terza media. Le novità sono tante e non riguardano solo le prove scritte che saranno tre, anche per l’Invalsi 2018 ci saranno modalità differenti. Scopriamole insieme.

Ammissione esami terza media: Invalsi e comportamento sono importanti?

Nel 2018 per l’ammissione agli esami di terza media gli studenti devono sostenere le prove Invalsi di italiano, matematica e inglese. Il punteggio ottenuto non ha alcun valore per il voto finale. Il nuovo provvedimento a firma del Ministro Fedeli ha abrogato la norma che riguardava l’esclusione dagli esami di terza media per chi aveva ottenuto un voto inferiore a 6/10 in condotta. Le assenze però sono determinanti e per sostenere l’esame gli studenti devono aver frequentato in totale almeno tre quarti delle ore di lezione previste dal piano annuale. Entro il mese di ottobre gli istituti riceveranno tutte le istruzioni per le prove che saranno svolte al computer.

Tre scritti e colloquio orale: il nuovo esame di terza media

Le prove scritte dell’esame di terza media sono tre, la prima è quella di Italiano e riguarda lo svolgimento di un tema. Le tracce comprendono un testo narrativo o descrittivo, un testo argomentativo, un testo letterario da sintetizzare, uno divulgativo. La prova può essere strutturata anche mixando le tipologie richieste. Con la prova di Matematica invece prevede problemi articolati con una o più richieste e quesiti a risposta aperta, metodi di analisi e organizzazione e rappresentazione dei dati.

Infine lingua straniera la cui prova è divisa in due sezioni, A2 inglese, A1 per la seconda lingua. Dopo le prove scritte gli studenti di terza media sosteranno il colloquio. Il voto finale sarà dato dalla media tra il voto di ammissione, quello delle prove scritte e del colloquio. Gli alunni con disabilità e disturbi specifici dell’apprendimento potranno svolgere gli esami di terza media in tempi diversi e adeguati e avranno a disposizione tutti i sussidi didattici e gli strumenti necessari.

NON RIMANDARE COME AL SOLITO, LA BELLA STAGIONE SI AVVICINA, CREMA ANTICELLULITE BARO COSMETICS, LA MIGLIORE

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*